Sconto immediato sull’IMU del 30%: scopri se il tuo Comune lo fa e risparmia

Non esistono al momento bonus IMU o simili, ma ci sono interessanti progetti a livello comunale che fanno ottenere sconti e agevolazioni.

Le tasse sugli immobili, e con l’IMU intendiamo le seconde o terze o altre proprietà che non siano quelle di residenza abituale, non sono molto amate dagli italiani. Ecco che per diminuire l’evasine e agevolare i pagamenti dell’imposta alcune Amministrazioni Comunali hanno ideato dei benefit.

come funziona lo sconto imu
In alcuni Comuni l’IMU è scontata anche fino al 50% – InformazioneOggi.it

Mentre il Governo cerca di far fronte alle sempre più crescenti difficoltà economiche degli italiani, sta mettendo sul tavolo un’interessante opzione. Si sta infatti pensando di concedere sconti a chi pagherà l’IMU con domiciliazione bancaria, e il benefit potrebbe essere del -5% sul totale.

D’altronde iniziative simili sono già in atto – ad esempio – per il pagamento delle utenze di luce e gas, e quindi potrebbe essere un’ulteriore occasione per abbattere i costi, sia per i privati che per le aziende. Ma oltre a questo segnaliamo anche un’iniziativa a livello locale.

Ecco qual è il Comune che ti fa lo sconto sull’IMU, controlla subito se hai i requisiti

Siamo nel Comune di Sarzana, in provincia di La Spezia, Toscana; l’Amministrazione ha deciso di contrastare la “desertificazione” delle attività commerciali concedendo sconti a chi affitta locali e immobili.
Come in molte realtà, i centri storici si stanno svuotando perché le attività non riescono più a sopperire ai costi degli affitti degli immobili e a tutte le altre spese. I cittadini, poi, avendo un minor potere d’acquisto, scelgono di comprare beni e servizi online per risparmiare. Un circolo vizioso che sta distruggendo le economie locali.
Il Comune di Sarzana ha allora deciso di fare una mossa atta a invertire il trend: in sostanza, concede ai proprietari di immobili uno sconto sull’IMU del 30% se daranno in affitto i locali ad uso commerciale, in particolar modo se si trovano nel centro storico.  
Se andasse in porto anche l’iniziativa di abbattere del 5% l’importo e magari fosse anche cumulabile con quelle comunali, forse sarebbe una svolta positiva e un vantaggio per tutte le parti.
Non dobbiamo dimenticare, infatti, che sono in atto altre iniziative a favore dei proprietari di immobili, e che cercano di contrastare l’evasione. Citiamo a questo proposito lo sconto del 25% sulla tassa per l’immobile in caso di contratti di affitto a canone concordato, che anche in questo caso già molti Comuni incentivano. Così come lo sconto del 50% sull’IMU se l’immobile è concesso in comodato d’uso gratuito, opzione sfruttabile ad esempio da parte di genitori nei confronti dei figli.
Impostazioni privacy