Bonus 104 per ci assiste persone invalide e disabili: le conferme 2024

Gli incentivi e i sostegni per i caregiver che si prendono cura dei familiari con disabilità o invalidità sono stati in gran parte confermati per il 2024.

L’assistenza di un disabile o un invalido può rivelarsi faticosa per il caregiver. Gli aiuti dello Stato sono necessari per riuscire ad occuparsi del familiare.

Invalidità e sostegni per le famiglie
Invalidità e sostegni per le famiglie (Informazioneoggi.it)

Lo Stato tutela disabili, invalidi e i familiari che se ne prendono cura. I disabili sono coloro che indipendentemente dall’età hanno limitazioni significative nella capacità di svolgere attività quotidiane comuni. Possono trovare difficoltà nel vestirsi, parlare, camminare, vedere o mangiare. La disabilità può essere psichica, fisica o sensoriale nonché intellettiva e incide sia in termini medici che di interazione sociale e ambientale.

L’invalido civile, invece, è un soggetto tra i 18 e i 67 anni con una condizione fisica o psichica che riduce in modo permanente e significativo la capacità lavorativa minimo del 33%. Non essendo capace di svolgere un lavoro o avendo dei limiti nel farlo, l’invalido necessita di sostegno economico oppure assistenziale.

In base all’invalidità e alla disabilità accertata, il cittadino avrà accesso a diverse agevolazioni.

La panoramica sulle agevolazioni per disabili e invalidi

I non vedenti, i sordi, gli individui con disabilità psichica o mentale, chi ha limitazioni nella capacità di deambulazione o è affetto da pluriamputazioni nonché le persone con ridotte o impedite capacità motorie possono richiedere diversi Bonus auto.

La detrazione del 19% con tetto massimo di spesa di 18.075,99 euro e l’IVA ridotta al 4% per l’acquisto di un mezzo con cilindrata pari al massimo a 2 mila cc se a benzina, 2.800 se diesel e con potenza inferiore a 150 kW se con motore elettrico. Continuiamo con l’esenzione dal bollo auto e dal pagamento dell’imposta per il passaggio di proprietà.

Tra le agevolazioni c’è anche il Bonus per gli addetti all’assistenza personale. Si tratta di una detrazione del 19% per un tetto massimo di spesa di 2.100 euro. Il reddito personale del disabile dovrà essere inferiore a 40 mila euro.

Citiamo i Bonus assicurazioni per ottenere una detrazione del 19% sull’acquisto di una polizza che copre il rischio di morte o invalidità permanente sopra il 5% e le agevolazioni sulle eredità in caso di disabilità grave. L’imposta verrà applicata solamente sulla parte della quota ereditata oltre 1 milioni e 500 mila euro.

Confermate nel 2024

  • la pensione di invalidità civile con capacità lavorativa ridotta minima del 74% e reddito annuo inferiore a 5.391,88 euro,
  • l’esenzione del ticket sanitario per invalidità al 100%,
  • i contributi per l’acquisto di supporti tecnologici se migliorano la qualità della vita,
  • l’indennità di accompagnamento.
Impostazioni privacy