Mutui casa 2023: ecco i migliori di ottobre per gli esperti del settore in base all’offerta, alla banca e ai tassi

La Banca centrale europea (BCE) ha rialzato i tassi di interesse rendendo ancora meno conveniente stipulare mutui con offerte vantaggiose.

Con i tassi che aumentano per molte persone il sogno di comprare una casa si allontana sempre di più perché le offerte diminuiscono, mentre gli importi delle rate aumentano.

Mutui casa a tasso fisso, variabile e misto
I migliori mutui casa di ottobre 2023 (informazioneoggi.it)

In realtà, il “problema” dei tassi di interesse non riguarda tutti i mutui ma solo quelli a tassi variabili. Infatti, quelli a tassi fissi sono ancora convenienti, anche se tutto dipende dall’importo richiesto e dalla durata del finanziamento. Quindi, per capire quale proposta di mutuo potrebbe essere migliore bisogna confrontare le varie offerte di mercato.

Ecco i migliori mutui di ottobre 2023 per finanziamenti più convenienti

Alcuni anni fa molte famiglie per l’acquisito di una casa sceglievano un finanziamento a tassi variabile. Oggi la situazione è cambiata soprattutto a causa del rialzo dei tassi di interesse da parte della BCE e, di conseguenza, dei singoli istituti bancari. Invece, ora la scelta ricade su mutui a tasso fisso.

L’offerta migliore arriva dalla BNL – Gruppo BNP Paris. Questa banca prevede una rata mensile con importo pari a 898,09 euro e un tasso fisso al 3,50%. Il TAEG, ovvero il Tasso annuo effettivo globale, è del 3,70%. Le spese iniziali includono 1.800 euro per l’istruttoria e 300 euro per la perizia.

Come detto in precedenza, i mutui casa a tasso variabile non sono più tanto conveniente ed è un peccato perché fino a qualche anno fa presentavano tassi iniziali più bassi che potevano ulteriormente scendere in base alla variazione del mercato. Inoltre, offrivano una maggiore flessibilità.

La banca con la rata più bassa che si attesta a 1.013,57 euro è la ING – Mutuo Arancio a tasso variabile, finanziamento gestito completamente online. Il tasso variabile offerto è del 4,58% (Euribor 3M + 0,75%) con TAEG del 4,75%. Le spese iniziali comprendono istruttoria 950 euro e perizia 300 euro.

Per un finanziamento si può anche chiedere un mutuo a tasso variabile con “cap”, ovvero con l’indicazione di un limite massimo del tasso di interesse. Un istituto bancario che offre questa opzione è la BPER Banca – Mutuo Pro-tetto. La rata mensile è di 1.061,45 euro e il tasso variabile di 4,90%, calcolato come Euribor 1M con un limite dell’1,90%. Il TAEG è del 5,13% mentre le spese iniziali comprendono 1.180 euro per l’istruttoria e 280 euro per la perizia.

CheBanca! – Mutuo rata protetta offre, invece, un finanziamento per mutui casa a tasso variabile ma con rata costante. Con questa banca il mutuatario potrà beneficiare di una rata mensile di 1.098,22 euro con un tasso del 5,20% (Euribor 3M + 1,38%). Le spese iniziali comprendono 1.200 euro per l’istruttoria e 300 euro per la perizia. Il TAEG, invece, è del 5,51%.

Per l’acquisito di una casa, infine, si può valutare un finanziamento a tasso misto. La migliore banca che offre mutui casa di questo genere è ING – Mutuo Arancio a tasso fisso 5 rinegoziabile. La rata mensile è pari a 971,74 euro alla quale si applica un tasso del 4,23% (IRS 5A – 0,90%). Il TEG è del 4,41% mentre le spese iniziali comprendono i seguenti costi: l’istruttoria di 1.450 euro e la perizia di 300 euro.

Impostazioni privacy