Monete in Lire, i collezionisti vogliono questi 5 esemplari: ti pagano fino a 6.000 euro

La collezione di monete è diffusissima in tutto il globo, e molti appassionati di numismatica considerano la propria collezione come un tesoro prezioso e da custodire gelosamente. Ecco perché vi sono esemplari rarissimi e ambiti. Quali sono quelle più desiderate?

La numismatica, passione di moltissime persone anche in Italia, consiste di fatto nella disciplina che si occupa non soltanto della collezione ma anche dello studio e dell’origine storica delle monete.

monete
Informazione Oggi

Gli studiosi di numismatica sono in grado di individuare l’epoca di emissione di una moneta, la sua origine geografica, il suo valore storico e artistico, ed anche la sua rarità. Ecco perché sono sempre a caccia di monete che non fanno parte della loro collezione.

Ma se una persona non è appassionata di monete e della loro collezione, farà comunque bene a ricordare quali sono gli esemplari che ha in casa, magari nel solaio o in qualche cassetto. E questo per un motivo molto semplice: potrebbero valere una fortuna e i collezionisti, pur di averle, sarebbero disposti a versare una fortuna. Quali sono dunque queste monete rare e super-ricercate? Scopriamolo insieme nel corso di questo articolo.

Cifre record per alcune monete rare ma occhio a 2 fattori chiave per stabilirne il valore

La collezione di monete rare è dunque un passatempo amato da non poche persone e, se c’è chi spenderebbe molti soldi per accaparrarsi un esemplare quasi introvabile, c’è anche chi l’esemplare può scoprire di averlo in qualche ripostiglio o cantina. Ecco allora che conservare delle particolari monete può diventare molto remunerativo.

Attenzione però ai dettagli, perché nella numismatica fanno la differenza. Infatti se da un lato non mancano le monete che fanno letteralmente impazzire i collezionisti, che sborserebbero cifre molto alte per acquistare quelle ricercatissime, dall’altro vi sono due fattori fondamentali che rendono di valore elevatissimo una moneta. Eccoli di seguito:

  • rarità, perché una moneta coniata in un numero assai ridotto di pezzi o che reca errori di conio, sarà con difficoltà trovabile e, di conseguenza, non potrà che avere un valore elevato o molto elevato;
  • stato di conservazione, il quale deve essere ottimo. Altrimenti una moneta, pur rara, ma con evidenti graffi o segni deterioramento potrebbe avere un valore molto più basso di quello potenziale.

Chiunque si occupi di numismatica conosce bene queste cose ma anche chi scopre di avere una moneta antica in casa, ma non è interessato al collezionismo, farà bene a ricordarli perché sono variabili chiave per determinare il valore della moneta stessa.

Le monete in lire più richiesta tra i collezionisti: la lista

Non potevano mancare le lire tra monete più richieste sul mercato collezionistico. Ovviamente non le più note e usate come la vecchia e ancora ben ricordata moneta da 500 lire o quella da 200 lire, ma ad esempio la 100 lire Minerva del 1955. In particolare, un esemplare di questa moneta, in condizioni Fior di Conio – ovvero in ottimo stato di conservazione – può superare di non poco i mille euro di valore.

Una seconda moneta ricercata è anche la 5 Lire Uva del 1946: si tratta di una moneta realizzata in lega formata da alluminio, manganese e magnesio, che può toccare una valutazione numismatica pari a 2 mila euro.

Altre monete in lire assai ambite dai collezionisti sono la moneta da una lira Arancia del 1947 (fino a 1.500 euro di valore) e la moneta da 2 Lire Spiga del 1947 (fino a 1.800 euro).

Infine, una moneta in lire per cui i collezionisti sarebbero disposti a spendere migliaia di euro è la 10 Lire Olivo del 1946, anche nota con il nome 10 lire Pegaso per la raffigurazione del cavallo alato sul retro della moneta stessa.

La sua particolarità è che è stata coniata in poco più di 100mila pezzi, ma questo non deve far pensare che si relativamente facile trovarla. Tutt’altro. Si tratta di una moneta semi introvabile e chi scoprisse di averne una, deve sapere che un esemplare in ottimo stato potrebbe valere fino a 6 mila euro.

Impostazioni privacy