Quanto investire nei Buoni di Poste Italiane? Suggeriamo 3.500 euro, guadagni mai visti prima

Proviamo ad investire 3.500 euro in Buoni Fruttiferi Postali, quanto guadagneremo alla scadenza? Si vedono già le stelle nei vostri occhi!

L’attesa e i dubbi non consentono guadagni, se si hanno somme ferme sul conto corrente è il momento di investire.

investire Buoni
InformazioneOggi.it

L’inflazione cresce, il potere d’acquisto dei soldi diminuisce e le previsioni future non sono per niente rosee. Ora è il momento di agire d’attacco per assicurarsi una somma interessante da recuperare nel breve, medio o lungo termine. Naturalmente più tempo si aspetterà maggiore saranno i guadagni ma questa è una decisione strettamente personale, legata alle proprie esigenze. E il rischio di perdita del capitale? Pari a zero con Poste Italiane e il Buoni Fruttiferi garantiti dallo Stato italiano. Nessuna preoccupazione, dunque, i soldi non si perderanno anzi frutteranno nel tempo in base al rendimento del prodotto scelto. Al piccolo risparmiatore non rimane che scegliere il Buono da acquistare dopo aver confrontato diverse soluzioni grazie al simulatore presente sul portale di Poste Italiane. Nel form si potrà inserire la somma da investire nonché la durata preferita tra breve e medio termine o medio e lungo termine per ricevere dal sistema le soluzioni più idonee di investimento. Nello specifico si potranno visionare i Buoni da acquistare e il valore del prodotto alla scadenza in modo tale da avere un facile confronto tra le opportunità da scegliere.

Proviamo a investire 3.500 euro nei Buoni di Poste Italiane

Oggi vi mostreremo i guadagni di 3.500 euro di investimento nei Buoni Fruttiferi Postali ma ognuno di voi può in autonomia calcolare il valore finale partendo da qualsiasi cifra desideriate. Qui abbiamo simulato un acquisto da 1.500 euro, qui da 4 mila euro e qui da 2.500 euro. Ma entriamo subito nel vivo dei calcoli per capire quale prodotto è più adatto alla soddisfazione delle proprie esigenze.

Partiamo dal “basso” per poi stupire con il Buono dal rendimento più elevato. Volendo investire 3.500 euro nel breve-medio termine si potrebbe optare per il Buono 3×2 dalla durata massima di sei anni, interessi riconosciuti ogni tre anni dopo il primo triennio e rendimento annuo lordo alla scadenza del 2%. Passati i sei anni si recupereranno 3.886,37 euro.

Una seconda soluzione è il Buono 4 Anni Risparmio Semplice, un investimento a quattro anni con sottoscrizione periodiche e automatiche. Il valore di rimborso a scadenza una volta raggiunte le ventiquattro sottoscrizioni sarà di 3.817,93 euro dato il rendimento dell’1,50%.

Altre soluzioni per il breve-medio termine

Senza voler azzardare un investimento nel lungo termine si potrà scegliere il Buono Rinnova della durata di sei anni (con interessi riconosciuti dopo tre anni). Dal rendimento del 3,25%. il Buono è dedicato unicamente a chi rinnova dei Buoni giunti a scadenza a partire dal mese di settembre 2022. I 3.500 euro saranno diventati, passati i sei anni, 4.147,87 euro.

Cifre alte anche con il Buono Soluzione Eredità dal rendimento del 3% e dalla durata di quattro anni. Possono sceglierlo coloro che hanno concluso un procedimento successorio presso Poste Italiane. Alla scadenza otterranno 3.884,37 euro. 

Concludiamo con l’investimento breve di tre anni – Buono 3 anni PLUS – dal valore di 3.639,89 euro grazie al rendimento dell’1,50%.

Investire nel medio-lungo termine con i Buoni Fruttiferi

Passiamo, ora, ai prodotti proposti scegliendo un investimento nel medio-lungo termine. I 3.500 euro dopo 12 anni – Buono 3×4 – saranno diventati 4.556,22 euro. Il rendimento è fissato al 2,50% e gli interessi saranno riconosciuti a partire dal compimento del primo triennio ogni tre anni.

Saliamo ancora con il Buono 4×4 della durata di 16 anni e rendimento del 3%. La cifra che si recupererà alla scadenza è di 5.351,91 euro. E poi arriva il Buono Ordinario della durata di venti anni e rendimento del 2,50%. Il valore di rimborso netto alla scadenza sarà di 5.454,76 euro.

Cifre da capogiro con i Buoni dedicati ai minori

Il rendimento più alto si avrà optando per i Buoni dedicati ai minori. Le percentuali crescono nel tempo man mano che l’età del bambino avanza. Al raggiungimento della maggiore età si potranno recuperare cifre raddoppiate a condizione che il Buono acquistato oggi sia intestato ad un bambino molto piccolo.

Il citato rendimento è del 4,50%. Significa che volendo regalare un Buono ad un figlio o nipote nato a febbraio 2023, i 3.500 euro di oggi saranno diventati nel mese di febbraio 2041 ben 7.151,53 euro.

Il simulatore permette di conoscere i guadagni futuri semplicemente indicando la somma da investire e la data di nascita del bambino. Poniamo il caso di voler regalare il Buono ad un bimbo nato nel 2018. Al compimento dei 18 anni nel 2036 scarterà un dono da 5.637,77 euro. Più l’età del bambino è oggi alta più bassa sarà la cifra che si recupererà raggiunta la maggiore età ma sarà comunque più elevata rispetto al capitale versato. Simulare per credere.

Impostazioni privacy