In pensione un anno prima dei 67 anni: chi può anticipare l’uscita dal mondo del lavoro

Il desiderio di andare in pensione prima dei 67 anni è comune. Una categoria di lavoratori ha la possibilità di lasciare il lavoro nell’anno precedente.

La pensione di vecchiaia si raggiunge al compimento dei 67 anni di età avendo maturato almeno venti anni di contributi.

pensione prima 67 anni
InformazioneOggi.it

I lavoratori non sempre sono entusiasti di dover attendere i 67 anni per uscire dal mondo del lavoro. Quando l’occupazione richiede energie fisiche e mentali di una certa rilevanza, negli ultimi anni della carriera si può far fatica a reggere il ritmo nel momento in cui l’età avanza. Il sistema pensionistico italiano prevede diverse forme di pensionamento anticipato. C’è lo scivolo ordinario con l’uscita del mondo del lavoro con 41 anni di contributi, la pensione per precoci, l’APE Sociale, Opzione Donna e dal 2023 troviamo anche Quota 103 per andare in pensione a 62 anni di età con 41 anni di contributi. Le formule citate o si rivolgono ad una cerchia ristretta di cittadini oppure richiedono un elevato numero di contributi maturati. Tra i vari scivoli ce n’è uno riservato ai lavoratori del comparto scuola che permette loro di andare in pensione un anno prima del previsto.

In pensione un anno prima per i lavoratori del comparto scuola

Chi lavora nel comparto scuola ed è nato tra settembre e dicembre ha l’opportunità di scegliere se lasciare il lavoro anticipatamente oppure un anno dopo i 67 anni. Per quale motivo? La pensione di vecchiaia decorre dal primo giorno del mese successivo alla maturazione dei requisiti per accedervi ossia al compimento dei 67 anni. La finestra temporale dedicata ai lavoratori del comparto scolastico è una sola ovvero il 1° settembre.

Di conseguenza per poter andare in pensione questi lavoratori devono rientrare nel collocamento a riposo d’ufficio qualora i 67 anni siano compiuti entro il mese di agosto, nel pensionamento a domanda il 1° settembre se i 67 anni si compiranno tra settembre e dicembre dello stesso anno e, infine, nel collocamento a riposo il 1° settembre dell’anno successivo. Questo se il compimento dei 67 anni avviene tra settembre e dicembre ma l’interessato non presenta domanda di cessazione con riferimento all’anno di maturazione dei requisiti.

Ciò significa che chi compie gli anni tra settembre e dicembre può uscire dal mondo del lavoro anticipatamente a condizione che presenti domanda entro la fine dell’anno precedente.

Come si presenta la domanda di pensionamento

La domanda di pensione deve essere inoltrata all’INPS telematicamente accedendo al portale dell’ente tramite credenziali digitali, telefonicamente chiamando il Contact Center Integrato (803164) oppure rivolgendosi a CAF e patronati per lasciarsi aiutare nello svolgimento della procedura online.