Delega SPID, il servizio INPS per l’accesso al portale: come ottenerla

Il servizio di delega SPID consente agli utenti impossibilitati ad utilizzare in autonomia le funzionalità del portale INPS di delegare una persona di fiducia nello svolgimento delle stesse.

La delega SPID è utile sia agli anziani che ai tutori, curatori, amministratori di sostegno e agli esercenti la potestà genitoriale per esercitare i diritti degli assistiti.

delega SPID
InformazioneOggi.it

L’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale sta procedendo con una digitalizzazione e semplificazione dei servizi. L’obiettivo è accelerare e rendere più pratica la comunicazione tra l’ente e il cittadino adeguandosi alle nuove necessità imposte dall’evoluzione, soprattutto quella tecnologica. Il portale INPS consente di inoltrare domande di Bonus, controllare la pensione, accedere al fascicolo previdenziale, calcolare l’ISEE. Il tutto, però, a condizione che si sia in possesso delle credenziali digitali. Per accedere all’area MyINPS e sfruttare le numerose funzionalità, infatti, occorrerà avere lo SPID oppure la Carta di Identità Elettronica o la Carta Nazionale dei Servizi. Può capitare che alcuni cittadini siano in difficoltà davanti a tanta digitalizzazione oppure che siano impossibilitati a collegarsi con una rete internet. Per risolvere queste problematiche entra in gioco la delega SPID, un servizio molto utile soprattutto ai più anziani.

Delega SPID, come funziona il servizio INPS

Un cittadino può decidere di delegare una persona di fiducia per consentirgli l’accesso all’area personale MyINPS e permettergli di operare, così, per suo conto. Ogni soggetto può designare al massimo un solo delegato mentre il delegato può assolvere tale funzione per un massimo di tre diversi deleganti. La richiesta di delega SPID può essere inoltrata telematicamente oppure recandosi presso uno sportello di un ufficio dell’INPS. Nel primo caso occorrerà accedere alla sezione del portale INPS “Deleghe identità digitali” tramite le proprie credenziali digitali. Si potrà far valere la delega a tempo indeterminato oppure solo per un breve periodo.

Seguendo la via telematica si potrà attivare la delega anche sfruttando la modalità di registrazione online attraverso un web meeting. Parteciperanno il delegante, il delegato e l’operatore INPS che dovrà certificare la richiesta durante la sessione di videochiamata e controllare che tutta la giusta documentazione sia inoltrata.

La richiesta presso una sede INPS

Il delegante può recarsi presso una qualsiasi sede INPS per attivare la delega SPID. Dovrà consegnare il modello AA08 di richiesta di registrazione e la copia del documento di riconoscimento in corso di validità. Se impossibilitato non dovrà recarsi personalmente presso lo sportello. È consentito, infatti, inviare il delegato solo se si tratta di un curatore, tutore o amministratore di sostegno. Questo dovrà autocertificare la rappresentanza legale e consegnare il modello AA10, il documento di identità proprio e del delegante. Stessa procedura per gli esercenti la patria potestà.

Se il delegante è una persona allettata, ricoverata in una casa di riposo o impossibilitata a recarsi personalmente presso l’Ufficio INPS per una qualche patologia, la documentazione che il delegato dovrà presentare sarà il modello AA09, l’attestazione sanitaria firmata da un medico del SSN e l’originale del documento di identità del delegante più la sua copia e, naturalmente la copia del proprio documento di identità. Anche se dovesse mancare un solo documento la delega SPID non si potrebbe attivare.