Sondaggi Politici, a destra solo Meloni che non sconfigge il fascino di Conte, il più amato

Si torna ai sondaggi politici con la nuova inchiesta dell’Ipsos di Nando Pagnoncelli curata per il Corriere della Sera, prosegue la debacle del Pd.

Il Movimento 5 Stelle prosegue il suo cammino, ricoprendo a pieno titolo la veste dell’autentico partito di opposizione.

sondaggi politici conte
InformazioneOggi

I sondaggi politici pubblicati da IPSOS raccontano di come il 39% degli operai dia consenso per il partito della Meloni e di come i pentastellati si confermino come unica e vera forza d’opposizione.

Diamo un’occhiata ai risultati dell’indagine in questione

Sondaggi Politici, coalizione di governo, a tirare la baracca solo Meloni

Pagnoncelli di Ipsos focalizza il suo interesse dapprima sole forze politiche appartenenti alla coalizione di Governo. Exploit per il partito della premier Giorgia Meloni. Attualmente Fratelli d’Italia sfiora una percentuale di consensi pari al 31,7%. Una costante ascesa, considerando come alla tornata elettorale dello scorso settembre FdI si attestò al 26%. Risultato che sancì il trionfo alle elezioni.

Situazione ben diversa e tutt’altro che esaltante quella di Salvini e Berlusconi. La Lega registra un 7,8%, mentre Forza Italia un 6,2%. Insomma, il trend a dir poco negativo inviterebbe una riflessione.

La situazione all’opposizione, i pentastellati crescono, i dem abdicano definitivamente

All’opposizione il Partito Democratico deve fare i conti con l’inarrestabile crollo. I dem sono alla prese con la sofferente e interminabile parentesi congressuale. Il Pd attualmente vede una percentuale pari al 16,3%.

Tra gli alleati della coalizione, ecco le stime: alleanza Verdi-Sinistra al 3,8%Più Europa di Emma Bonino al 2%. Non vi è più traccia Luigi Di Maio con il suo Impegno Civico.

L’unico e vero partito d’opposizione è il Movimento 5 Stelle, il cui consenso si attesterebbe al 17,6%.A battagliare con Lega e Forza Italia, il tendem Azione-Italia Viva al 7%. La coppia Calenda-Renzi, si conferma piuttosto attiva e presente sulla scena politica.

Sotto la soglia fatidica del 3%: Italexit al 2,3%Unione Popolare all’1,6%Italia Popolare e Sovrana all’1,5%.

Si conta anche un margine di persone che hanno preferito astenersi e non esprimere pareri, il 39,2%.

Sondaggi politici elettorali, l’analisi di Pagnoncelli

Stando all’analisi di Ipsos, la Meloni e il suo Governo sembrerebbero tenere botta. Anche se, da un punto di vista prettamente numerico, il merito certamente non sarebbe corale, in quanto il contributo (e l’atteggiamento) di Salvini e Berlusconi potrebbe dirsi a dir poco lesivo e controproducente.  Secondo Pagnoncelli ci sarebbero indicazioni alquanto rilevanti. La coalizione di centrodestra avrà anche serbato il suo tesoretto elettorale, sebbene abbia fatto

registrare un significativo travaso di voti da Lega e FI a favore di Fratelli d’Italia.

FdI, a un trimestre di distanza dal voto settembrino, può ancora far affidamento su di un elettorato fedele. L’87,9% di quanti votarono il partito della Meloni alle politiche attualmente confermerebbe la propria preferenza.

Diamo anche un’occhiata al parere sulle guide dei singoli partiti. Tra i leader più amati Conte, primo a quota 32. A seguire Salvini e Berlusconi, incalzati da Calenda.

Sondaggi politici, la trasversalità di FdI arma a doppio taglio

Stando all’indagine Ipsos, il partito della premier Meloni si rivelerebbe un polo d’attrazione alquanto trasversale. A dare fiducia a FdI ci sono impiegati, operai, casalinghe, pensionati, titolati e non titolati, credenti e non credenti.

Ma secondo Pagnoncelli, sebbene grazie a tale natura eterogenea il partito si possa dire interclassista, in ottica prospettica, tale versatilità, potrebbe significare

un elemento di debolezza perché non è sempre facile trovare un punto di equilibrio tra le esigenze contrapposte che i diversi gruppi sociali esprimono.