Ricostruzione carriera Docenti e ATA: scadenza domande al 31 dicembre, i passaggi necessari

Scadenza domande al 31.12 per docenti e Ata in merito alla ricostruzione di carriera: ecco dove si fa la richiesta, passaggi e aspetti da sapere

Aspetti e dettagli da sapere in merito alla ricostruzione di carriera per docenti e Ata, la cui scadenza per la richiesta è al 31.12: dove si fa la richiesta e altri particolari.

Scuola
InformazioneOggi

Quando si parla, in generale, del mondo della scuola, sono tanti e diversi gli aspetti importanti da approfondire per quel che concerne ATA e docenti. E in tal senso un esempio è proprio la domanda di ricostruzione di carriera. Vi è tempo per presentare domanda sino al trentuno dicembre del 2022.

Per quanto riguarda la richiesta, è possibile farla sul portale ministeriale Polis Istanze Online.

Come ben noto, la ricostruzione di carriera permette di poter far richiesta del riconoscimenti dei servizi validi prestati prima dell’immissione nello stesso di che attualmente è d’appartenenza. E ciò a tempo determinato e in altro ruolo.

A seguire, in breve, i passaggi da seguire.

Ricostruzione carriera docenti e ATA: guida e passaggi

Non mancano spunti, curiosità e approfondimenti quando si parla di scuola, come ad esempio del caso recente di cui da più parti si è parlato, inerente l’uso dello smartphone a scuola, con la comunicazione del Ministro dell’Istruzione.

O ancora, ad esempio, sul tema iscrizione a scuola: quando fare domanda, tempi, modalità e gli aspetti da sapere

Tornando però al punto in questione, anzitutto su Istanze Online è presente una guida da seguire al fine di compilare l’istanza in correttamente. Qui per consultarla.

Per quel che concerne i passaggi a proposito di ricostruzione carriera docenti e ATA, anzitutto occorre fare l’accesso alla sezione “Istanza Online”.

Successivamente, bisogna far accesso alla richiesta di ricostruzione, e procedere alla visualizzazione dei dati. Si tratta di quelli inerenti l’anagrafica e la titolata e servizio, aspetti che non sono modificabili.

Proseguendo, si fa la richiesta oggetto del tema in questione e infine si prevede all’nincoltro della stessa.

Tale domanda si lega all’ottenimento del riconoscimento degli anni di servizio pre-ruolo. Quelli che derivano da rapporti lavorativi a tempo determinato. Ma anche quelli da anni di servizio svolti in altro ruolo. Insieme al servizio di leva, nel caso in cui sia stato fatto.

La presentazione della domanda può esser fatta dal personale confermato in ruolo dopo che sia stato superato l’anno di prova. Il Ministero dell’Istruzione deve poi comunicare al MEF, mediante il Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, ciò che risulta dai dati inerenti le istante. E ciò entro il 28.02 di ogni anno.

Questi, alcuni dettagli generali in merito. Ad ogni modo è bene ed opportuno consultare la guida nonché approfondire il tema per saperne maggiormente, chiarire eventuali dubbi ed avere ulteriori info. Anche presso esperti competenti del campo.