Amadeus: quanto guadagna il conduttore per il Festival di Sanremo? Le attese anticipazioni sul cast 2023

Amadeus è, attualmente, il presentatore italiano più famoso, a cui è stata affidata la guida del Festival di Sanremo. Ma quanto guadagna?

Il Festival della Canzone Italiana è, senza dubbio, la principale manifestazione canora e televisiva del nostro Paese. Quanto percepisce il suo presentatore?

amadeus
InformazioneOggi

Amedeo Sebastiani, in arte Amadeus, è uno dei presentatori italiani più pagati dalla RAI. Durante la sua carriera televisiva, ha condotto svariate trasmissioni di successo, come L’Eredità, I Soliti Ignoti, Domenica In, Reazione a Catena, Stasera Tutto è Possibile, L’Anno che Verrà. Dal 2020, riveste il ruolo di direttore artistico e presentatore del Festival di Sanremo e, grazie ai grandiosi trionfi delle ultime edizioni, è stato confermato anche per la kermesse del prossimo anno.

Ma a quanto ammonta il patrimonio di Amadeus e quanto costa alla RAI? Scopriamolo insieme e vediamo anche chi saranno i protagonisti di Sanremo Giovani 2022.

Leggi anche il seguente articolo: “Carlo Conti ‘sfida’ Amadeus: pronto a rubargli la scena a Sanremo“.

Quanto ha percepito Amadeus per la conduzione di Sanremo?

Per la conduzione dello scorso Festival di Sanremo, Amadeus avrebbe incassato tra i 500 mila e i 600 mila euro, una cifra simile a quella guadagnata anche per le edizioni antecedenti. Un importo molto consistente, in linea, tuttavia, con quello degli altri conduttori. Ad esempio, Claudio Baglioni aveva percepito 585 mila euro, per ricoprire lo stesso incarico.

Per la conduzione de “I Soliti Ignoti”, invece, lo show man percepirebbe un 1 milione per ogni singola conduzione; a questo, poi, si aggiungono i cachet per le presentazioni speciali, come quella, ad esempio, de “L’Anno che Verrà”.

Ma da dove arrivano la maggior parte dei soldi per l’ingaggio del presentatore e degli ospiti delle serate?

Non perdere la seguente notizia: “Biagio Antonacci: quanto guadagna? Gli album, il nuovo tour e una carriera di oltre 30 anni“.

Il ruolo degli sponsor per la RAI

L’organizzazione e la riuscita di un evento come il Festival di Sanremo hanno, inevitabilmente, dei costi molto elevati; per l’edizione del 2022, ad esempio, sono stati spesi circa 17,3 milioni di euro.

Per garantire un servizio pubblico adeguato, la RAI ha, ovviamente, bisogno di fondi. La maggior parte dei guadagni, come è facile immaginare, derivano soprattutto dal canone, mentre un terzo delle entrate dalle pubblicità. Se si considera tale aspetto, dunque, è impossibile pensare ad un Festival di Sanremo senza sponsor pubblicitari. Questi ultimi, infatti, solo nel 2022, hanno consegnato alle casse della RAI ben 38 milioni di euro, grazie agli investimenti dei brand.

Un’occasione da non perdere anche per gli sponsor, che, in questo modo, godono di una popolarità non indifferente, anche grazie allo spazio web e social, offerti da Rai Play eYouTube (nel 2021, infatti, ci sono state più di 30 milioni di interazioni online e 72 milioni di visualizzazioni web). Bisogna considerare, poi, che la prima sera del Festival di Sanremo 2022 ha totalizzato il 54% di share, con ben 10.911.000 spettatori. Risultati simili non venivano raggiunti da 17 anni.

In virtù di tale successo, la RAI ha alzato i prezzi per gli spot, che possono raggiungere anche la cifra di ben 370.380 euro per 30 secondi di passaggio. Sono numerosi i brand che hanno deciso di investire per la realizzazione del Festival, come, ad esempio, Suzuki, Lavazza, Costa Crociere, Sky. La kermesse musicale, infatti, è seguita da un pubblico molto vasto, composto da giovani, anziani, uomini e donne; la popolarità per gli sponsor, dunque, è assicurata.

I finalisti di Sanremo Giovani rivelati da Amadeus

Domenica, 27 novembre, Amadeus ha annunciato i nomi degli ultimi 4 finalisti, provenienti da “Area Sanremo”, che parteciperanno al contest finale del prossimo 16 dicembre. Da questa gara, usciranno i 3 giovani artisti che si esibiranno come concorrenti al Festival 2023, insieme ai big.

I 4 finalisti provenienti da Area Sanremo, dunque, sono:

  • COLLA ZIO, con “Asfalto”;
  • FIAT 131, con “Pupille”;
  • NOOR, con “La tua Amélie”;
  • ROMEO & DRILL, con “Giorno di scuola”.

Tali giovani talentuosi sono stati selezionati da una Commissione composta dal direttore artistico Amadeus, dalla vicedirettrice Prime Time Federica Lentini, dall’autore Massimo Martelli e dal maestro Leonardo De Amicis.

A questi cantanti, si aggiungono gli altri 8 finalisti, rivelati lo scorso 5 novembre:

  • GIANMARIA, con “La città che odi”;
  • GIUSE THE LIZIA, con “Sincera”;
  • MANINNI, con “Mille Porte”;
  • MIDA, con “Maldite”;
  • OLLY, con “L’anima balla”;
  • SETHU, con “Sottoterra”;
  • SHARI, con “Sotto Voce”;
  • WILL, con “Le cose più importanti”.

La finale di Sanremo Giovani del 16 dicembre andrà in onda su RAI 1 in prima serata, in diretta dal Teatro del Casinò di Sanremo. Inoltre, domenica 4 dicembre, durante l’edizione del TG1 delle 13:30, Amadeus annuncerà i nomi dei cantanti big che parteciperanno alla gara del prossimo febbraio.

Impostazioni privacy