Come si puliscono i fornelli a induzione? Il segreto è così semplice da non crederci

Li abbiamo appena acquistati e usati, ma adesso ci chiediamo: come si puliscono i fornelli a induzione? Ecco il segreto super facile da attuare subito.

La tecnologia ci sta regalando tantissimi dispositivi utili e anche di design. A questa categoria appartengono i piani di cottura a induzione. Ma pulirli sarà complicato? Per fortuna la risposta è no.

Come si puliscono i fornelli a induzione
Canva

Una delle attività piacevoli in cui possiamo incorrere è certamente quella del rinnovo della cucina. Dopo un po’ di anni è necessario cambiare alcuni elettrodomestici, a causa della sempre più stringente esigenza di tutelare l’ambiente.

Anche se dobbiamo spendere dei soldi, avremo un ritorno economico sui consumi. E poi diciamocelo, a chi non piace cambiare stile dopo un po’ di tempo? Ecco che tra le altre cose potremmo decidere di passare ai piani di cottura a induzione. Belli da vedere e che offrono molti altri vantaggi.

Infatti questo tipo di fornelli è molto sicuro. Non si scaldano se non ci sono le pentole sopra e non si sviluppano le fiamme come su quelli a gas. Ricordiamo che, seppur rari, esistono dei rischi collegati all’uso del gas metano.

Non dimentichiamo poi che grazie ai comodi display possiamo regolare con precisione la temperatura, e quindi cuocere alla perfezione consumando ciò che è necessario e nulla più. Infine, i modelli a induzione sono quelli più avanzati e oggi offrono il 90% di rendimento ottimizzato, aiutandoci a risparmiare in bolletta.

Ma adesso arriva il nodo della questione: come fare per mantenerli puliti e sempre belli? In fondo le superfici sembrano così fragili, e un po’ lo sono per davvero. Ma la soluzione c’è ed è semplicissima.

Come si puliscono i fornelli a induzione? Il segreto è così semplice da non crederci

Tra i vantaggi dell’uso dei piani di cottura a induzione c’è anche quello della loro pulizia. Infatti non dobbiamo eseguire procedure particolari, tutt’altro. In commercio esistono ovviamente numerosi prodotti detergenti ad hoc, sponsorizzati dalle aziende per invogliare le persone ad usarli. Sicuramente funzionano, ma stiamo parlando comunque di sostanze chimiche. Se non vogliamo usarle per non inquinare, o per non tenere in casa prodotti nocivi, abbiamo un’alternativa semplice.

Per pulire i fornelli, infatti, è sufficiente un panno in microfibra inumidito con acqua e strizzato. Se l’acqua del nostro rubinetto è particolarmente ricca di calcare, scegliamo l’acqua distillata. Poi asciughiamo con della carta da cucina.

Se però abbiamo dello sporco più ostico da pulire o che si è incrostato, possiamo aggiungere al panno inumidito una semplice goccia di detersivo per i piatti. Proprio come fa con le nostre stoviglie, toglierà l’unto in un solo passaggio.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news