Bonus occhiali e lenti a contatto per tutti, ma sono in pochi a saperlo

Grande attenzione sul bonus occhiali e lenti a contatto: occhi aperti dunque su come funziona, importo, chi può richiederlo

Arrivato il parere positivo dal Garante per la Privacy per il bonus occhiali e lenti a contatto ideato dal ministero della salute. Come funziona, a quanto ammonta chi e come può farne richiesta.

bonus occhiali lenti
Canva

Via libera dunque da parte del Garante per la privacy in merito alla misura pensata del Ministero della Salute e che riguarda l’erogazione di un sostegno una tantum inerente gli acquisti di occhiali da vista e lenti a contatto correttive nel periodo 01.01.2021 – 31.12.2023.

La misura, 50€ una tantum, riguarda i nuclei familiari con ISEE non maggiore di 10mila€, e sarà erogata sotto forma di voucher.

Per coloro che hanno invece già comprato i prodotti, sarà possibile ricevere un rimborso.

Al fine della richiesta occorrerà tener presente le indicazioni su di una applicazione specifica dal ministero della salute, dopo l’autenticazione mediante SPID/CIE/CNS.

Tale misura avrà il nome di “Fondo per la tutela della vista”, e ad esser previsti sono cinque milioni di € per ciascun anno, 2021, 2022, 2023. Un contributo ideato per dare garanzia circa la “tutela della salute della vista”, anche tenendo conto delle complessità a livello economico legate all’emergenza covid-19.

Come funziona il bonus occhiali da vista e lenti a contatto legato al “Fondo per la tutela della vista”

Temi importanti quelli che si legano alle questioni economiche e si pensi al bonus busta paga 2023 a rischio per i lavoratori: quali le ragioni del possibile stop.

Un altro tema rilevante riguarda invece l’ISEE in ottica bonus e agevolazioni, e alla questione aggiornamento e cambio di residenza.

Tornando al punto, la spiegazione di come funziona e come impiegare il bonus si può leggere sul portale del Garante per la privacy in relazione all’ottenimento dell’importo previsto. Come riporta Il Giornale, sin dal “sessantesimo giorno dalla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale”. E – si legge ancora – “non oltre il 31 dicembre 2023”.

In seguito alla registrazione e autenticazione, occorrerà fornire una dichiarazione sostitutiva, secondo quanto previsto dall’art.47 – decreto Presidente della Repubblica 28.12.200 numero 445.

Nel caso di esito positivo in seguito alla verifica dell’INPS di quanto dichiarato, il voucher sarà disponile nella stessa sezione riservata dell’app. E si potrà impiegare, entro 30 giorni dalla sua generazione presso i fornitori dei prodotti in questione accreditati.

Come ricevere il rimborso legato alla misura per occhiali e lenti a contatto

Coloro che hanno comprato occhiali e lenti prima di aver ricevuto la misura e comunque dal 01.01.2021, dovranno fornire sull’applicazione l’Iban su cui fare il rimborso e produrre “copia della fattura” oppure “documentazione commerciale” che attesti l’acquisto.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Non rientrerà nella misura chi facesse richiesta troppo tardi riguardo i 5milioni di € stabiliti per ciascun anno sino al 2023.