Il nemico numero 1 dei Limoni è la Cocciniglia, come combatterla in modo efficace

Cocciniglia, come combatterla e salvare i nostri bei Limoni dall’attacco di questi terribili parassiti. E gustare frutti succosi e sani.

Le Cocciniglie, chiamate anche erroneamente coccidi, sono una delle famiglie di insetti più dannose in assoluto. Ecco come salvare i nostri Limoni in caso di attacco.

Cocciniglia, come combatterla
Canva

Tra gli insetti meno graditi in giardino, nell’orto o sul balcone troviamo sicuramente la Cocciniglia. Questo insetto fitofago, “parente” degli Afidi, riesce a causare numerosi danni a tutte le piante. E, cosa ancora peggiore, non è nemmeno facile scovarla subito.

Una volta che la Cocciniglia ha individuato una pianta dove proliferare, le speranze di vita della stessa sono compromesse. Che si tratti di rose, alberi da frutto o piante da appartamento, questo insetto parassita arreca danni strutturali molto importanti, spesso irrimediabili.

Per stabilirsi sulla pianta prescelta, questi insetti cominciano a invadere le fessure delle foglie e soprattutto le parti poco esposte alla luce. Solitamente, quando è in atto un’infestazione, gli insetti producono la nota “melata”, una sostanza zuccherina che le formiche adorano letteralmente. Ma non solo: oltre alle formiche, altri insetti e funghi subentrano a contatto con  la melata. E la pianta, per via delle infezioni innescate su più fronti, generalmente muore.

Se le Cocciniglie trovano un ambiente poco umido e scarsamente ventilato, ancora meglio. Ecco il perché i nostri Limoni possono essere a rischio. Gli stessi fattori che fanno bene alla pianta, fanno bene anche alle Cocciniglie.

Questi parassiti si riproducono con una velocità incredibile, ecco perché è fondamentale la tempestività. Ai primi segni di presenza dobbiamo intervenire, e salvare così la vita dei nostri bei Limoni. Ecco come fare.

Il nemico numero 1 dei Limoni è la Cocciniglia, come combatterla in modo efficace

Come detto poco sopra, è necessario saper riconoscere i primi campanelli d’allarme che segnalano la possibile presenza di Cocciniglia Prima tra tutti è l’ingiallimento delle foglie. Ma non solo. Le stesse si presentano come accartocciate e a volte sviluppano macchie.

Anche notare un numero di formiche più elevato del solito deve farci sospettare la presenza di Cocciniglia. Le formiche, lo sappiamo, adorano la Melata e quindi si capitoleranno subito a farne scorta.

Una volta accertata la presenza del terribile insetto parassita, dobbiamo agire subito. In commercio esistono ovviamente degli antiparassitari chimici, molto efficaci. Se però vogliamo adottare una soluzione più sostenibile per l’ambiente, abbiamo a disposizione diversi metodi più naturali, e anche economici.

Il primo metodo da provare, soprattutto se la Cocciniglia è ancora poca, è usare un batuffolo imbevuto di Alcol. Passiamo delicatamente il cotoncino nella pianta, proprio sopra agli insetti.

Se tutto ciò non dovesse bastare, possiamo usare il Sapone di Marsiglia. Basta farne sciogliere un po’ in acqua calda e poi versare il liquido in uno spruzzino. Con il quale andremo a nebulizzare i Limoni infestati.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Infine, un’ottima arma contro la Cocciniglia e altri parassiti è l’Aglio. Basterà preparare una sorta di infuso, che poi andremo a spruzzare sulle piante. La ricetta è facile e veloce. Mettiamo in una bottiglia con dell’acqua 3 o 4 spicchi d’aglio sbucciati e spezzettati. Lasciamo riposare il composto per un giorno intero. Filtriamo e versiamo in uno spruzzino il liquido aromatizzato e poi irroriamo le piante. L’odore forte di Aglio manderà via gli odiosi insetti.