Terremoto in Italia con scosse di magnitudo 3.4: la situazione ora

Questa mattina è stato chiaramente avvertito: il terremoto vicino a Firenze ha colpito la località Borgo San Lorenzo. 

Sono state due le forti scosse che hanno svegliato di soprassalto gli abitanti di Borgo San Lorenzo. Si tratta di una città che si trova poco distante dall’area metropolitana fiorentina.

terremoto vicino a firenze
Canva

A rilevare il sisma ci ha pensato la sezione di Roma dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV); entrambe le scosse hanno registrato una magnitudo di 3.4.

La prima è avvenuta alle 3:49 della notte mentre la seconda appena spuntata l’alba, alle 5:59. L’ipocentro è stato individuato a 8 Km di profondità, con epicentro a 6 Km a Nord di Borgo San Lorenzo.

Le scosse sono state chiaramente avvertite dalla popolazione, fino a Firenze e Prato, soprattutto ai piani più alti degli edifici. Fortunatamente, al momento non si registrano danni a cose o persone.

Immediatamente dopo l’evento, il sindaco di Borgo San Lorenzo Paolo Omoboni ha annunciato in un tweet che la situazione era sotto controllo e che le scuole sarebbero rimaste aperte.

Terremoto vicino a Firenze, le scosse di magnitudo 3.4 avvertite fino a Prato, la situazione

Nel mente, anche il Sindaco di Firenze Dario Nardella ha rassicurato la popolazione dell’area metropolitana e dintorni, annunciando che sono già in corso le ispezioni e il monitoraggio.

La tempestiva comunicazione sui social arriva anche dal presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, che in un comunicato aggiorna sulla situazione. “La scossa di terremoto di magnitudo 3.4 con epicentro a Borgo San Lorenzo ha svegliato molti ma non ha fatto registrare danni a persone o strutture. Grazie agli operatori del nostro sistema di Protezione Civile attivo ogni minuto e ai Comuni della zona“.

Non è la prima volta che le aree del fiorentino vengono sorprese da terremoti anche piuttosto forti. Il maggio scorso il Comune di Impruneta ebbe a che fare con scosse di magnitudo 3.3 e gli abitanti vissero momenti di panico anche perché nell’arco di due giorni furono registrate almeno 30 scosse.

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia non ha per il momento segnalato ulteriori scosse a Borgo San Lorenzo o dintorni, nemmeno di lieve entità.

Impostazioni privacy