Titoli di Stato: oggi i BTP Italia possono rivelarsi la scelta giusta e molto fruttuosa per tamponare la crisi economica

La crisi energetica e tutte le varie incognite che pesano sul futuro rendono complicate le scelte di investimento da parte dei risparmiatori. Tuttavia tra i vari investimenti possibili, ce n’è uno che è molto promettente, ovvero quello nel Btp Italia.

Con l’inflazione galoppante e il caro bollette che affligge milioni di italiani, sono in tanti coloro che si chiedono come controbattere ad una situazione socio-economica densa di incognite, oltre che di spese incrementate.

btp
canva

Oltre ai vari bonus ed agevolazioni previste dallo Stato, gli esperti di economia suggeriscono una specifica strada da percorrere per combattere i problemi appena menzionati.

Ci riferiamo all’investimento sui cosiddetti BTP Italia, ovvero un prodotto finanziario che – nonostante l’attuale periodo turbolento – appare sempre più conveniente, specialmente se confrontato alle alternative sul mercato. Perciò, proprio in considerazione della rilevanza dei temi economici e della necessità di favorire il risparmio con investimenti azzeccati, parleremo di seguito dei BTP Italia, onde capire come sfruttarli efficacemente. I dettagli.

BTP Italia, che cosa sono? Il contesto di riferimento

Come spiegato nel sito web del Ministero dell’Economia e delle Finanze, i BTP Italia consistono nei primi titoli di Stato indicizzati all’inflazione italiana, con cedole semestrali e durata uguale a 4, 5, 6 e 8 anni. Emessi dal Ministero dell’Economia, essi sono ideati in particolare per le esigenze dei risparmiatori e degli investitori retail.

Il Ministero chiarisce che sono i primi titoli di Stato con emissione tramite non il meccanismo tradizionale dell’asta, ma la piattaforma MOT di Borsa Italiana-London Stock Exchange Group. Per questa via l’acquisto all’emissione, oltre che presso l’istituto di credito, può essere compiuto anche con ogni home banking abilitato alle funzioni di trading.

Ciò che deve essere chiaro è che i BTP Italia costituiscono titoli di Stato ideati soprattutto per i piccoli investitori privati. Si tratta di un investimento finanziario di medio termine che comporta un compenso sempre allineato all’evoluzione del costo della vita. Inoltre, le moderne e digitali modalità di acquisto lo rendono un prodotto ideale, proprio per tutti coloro che sono abituati a gestire in autonomia i propri investimenti con i sistemi di trading online.

I vantaggi attuali dei BTP Italia

Il rendimento dei BTP Italia è legato all’inflazione. Come spiegato nel sito web del MEF, i BTP Italia rappresentano – lo ribadiamo – i soli titoli di Stato Italiani indicizzati al tasso di inflazione nazionale. Ogni semestre pagano interessi a tasso fisso sul capitale rivalutato all’inflazione del semestre di riferimento, sulla scorta del dato dell’indice ISTAT sui prezzi al consumo per famiglie di operai e impiegati (FOI) (tranne i tabacchi). Nessun dubbio a riguardo: attraverso gli investimenti in BTP Italia la rivalutazione del capitale è effettuata ogni semestre, con un recupero immediato dell’inflazione.

Da notare che nel corso del mese di ottobre 2022, gli incassi superano il 4% e il flusso cedolare in determinati casi oltrepassa l’8% lordo, tirate le somme dell’ultimo anno. Si tratta di dati molto interessanti e che confermerebbero che oggi il BTP Italia rappresenta uno strumento pubblico su cui ogni piccolo risparmiatore dovrebbe puntare.

Insomma sulla convenienza dei BTP Italia non sembrano esservi particolari dubbi. Nel mese di ottobre saranno assegnate cedole su quattro emissioni con l’inflazione che, aggiunta alla remunerazione fissa – ovvero il tasso reale – può generare un rendimento tra il 4,25% e il 4,39% lordo nel semestre. Anzi si tocca il rendimento di quasi l’8%, tenuto conto anche della cedola anteriore. In termini pratici, secondo gli esperti di economia, il possibile guadagno è dunque ben maggiore di quello che assicurerebbero i tradizionali BTP a tasso fisso.

Prospettive future dei BTP Italia

Ci si potrebbe domandare se il periodo favorevole degli investimenti nei BTP Italia è destinato a continuare oppure no. Ebbene, considerando l’incertezza tipica del mondo dell’economia, ulteriormente accentuata dalla situazione politica internazionale odierna, non è certo possibile prevedere con certezza come si muoverà l’indice dei prezzi nei prossimi mesi. Tuttavia frenate importanti non sembrano all’orizzonte e gli analisti indicano che nel prossimo semestre la cedola complessiva potrebbe restare decisamente buona, anche se probabilmente di livello inferiore rispetto ad adesso – in combinazione con l’evoluzione dell’inflazione nei prossimi tempi.

Non dimentichiamo anche che, nel caso del BTP Italia, le maggiorazioni sono sempre correlate al prezzo del titolo e, perciò, i piccoli risparmiatori che investono, incassano maggiormente quando il titolo scade, oppure quando lo vendono anticipatamente.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Ricordiamo infine che tutti gli interessati possono acquistare i BTP Italia all’emissione direttamente sul web, per il tramite di qualsiasi sistema di home banking abilitato alle funzioni di trading, nell’ambito dei giorni del periodo di collocamento. Esattamente come tutti gli altri titoli di Stato, anche i BTP Italia si possono comprare all’emissione allo sportello presso il proprio istituto di credito o ufficio postale abilitato. Nessun dubbio a riguardo: il risparmiatore può aderire all’offerta del BTP Italia anche con il servizio Banco Posta, proprio come accade per tutti gli altri titoli di Stato.