Rincari delle bollette insostenibili, ma possiamo risparmiare fino a 235 Euro all’anno con qualche piccolo accorgimento

I rincari delle bollette sono ormai diventati l’argomento principale di molte conversazioni. Possiamo però riuscire a risparmiare.

Ormai la situazione è diventata insostenibile per aziende e cittadini. Mai come adesso pagare la bolletta della Luce si è rivelato così difficile. Ma possiamo “provarle tutte” e risparmiare diverse centinaia di Euro all’anno. Ecco come.

Rincari delle bollette
Canva

Le indicazioni da parte di ARERA e altri organi preposti non mancano. Ma ormai siamo arrivati a una situazione difficilmente gestibile. Anche perché, diciamocelo, non tutti siamo “esperti” e non è detto che riusciamo a comprendere alcuni meccanismi che ci hanno portati a questa situazione.

Pensiamo agli anziani, ad esempio. Inutile raccontargli della “transizione ecologica”. C’è chi prende una pensione minima che sfiora i 500 Euro e poi si vede recapitare una bolletta della Luce da 400 Euro. Pensiamo ai giovani, che magari hanno faticosamente acquistato una casa. Hanno un lavoro precario o uno stipendio minimo di 700 Euro al mese. E si ritrovano con bollette da centinaia di Euro.

Come ovviare a tutto questo? Sicuramente sperare in un intervento politico è un’opzione. Ma non è l’unica. Anche perché per adesso l’unico modo che ha trovato per “farci risparmiare” è quello di tagliarci il Gas. E tra poco lo farà anche con la Luce.

Dobbiamo ingegnarci, dunque, a usare al meglio i nostri elettrodomestici, per consumare di meno e al tempo stesso vivere una vita dignitosa. Portando magari addosso abiti puliti. E potendo magari farci una doccia degna di questo nome.

Rincari delle bollette insostenibili, ma possiamo risparmiare fino a 235 Euro all’anno con qualche piccolo accorgimento

Fino a qualche mese fa, le bollette medie degli italiani non superavano i 3-400 Euro. Qualcuno sicuramente spendeva molto meno, soprattutto se single o anziano. Adesso siamo di fronte a cifre che spaventano anche chi non ha mai avuto problemi economici. Perché sono assolutamente assurde e prive di ogni rapporto equilibrato con i guadagni derivanti da lavoro. E non accade solo ai privati cittadini, ma anche alle aziende. Molte, purtroppo, stanno chiudendo. Dopo aver subito rincari anche fino al 400%.

Risulta chiaro che, indipendentemente dalle prossime azioni politiche, dobbiamo gestire al meglio le (poche) risorse che abbiamo. Si tratta di comprendere, ad esempio, quali sono gli elettrodomestici che consumano di più, per usarli più consapevolmente.

Le notizie non sono molto confortanti perché i dispositivi che consumano moltissimo sono anche quelli più fondamentali. Frigorifero, Lavastoviglie e Lavatrice. Oltretutto, se possediamo modelli un po’ datati le cose si complicano ulteriormente.

Il frigorifero, ad esempio, ci “regala” un consumo di quasi 200 Euro all’anno, che va a sommarsi a quello degli altri elettrodomestici. Non possiamo certamente spengerlo, ma possiamo tenerlo pulito (guarnizioni comprese) per fargli consumare meno elettricità. Alle brutte, dovremo acquistarne uno di Classe A++, perché costruito proprio per “succhiare” meno Luce.

Lavatrice e Lavastoviglie ci “presentano un conto” a fine anno rispettivamente di 100 e 88 Euro, da sommare sempre a tutto il resto. Possiamo però usarle in maniera più consapevole, avviando i cicli di lavaggio solo a pieno carico.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Infine, il condizionatore. Adesso siamo quasi in inverno, ma per la prossima estate dobbiamo sapere che consuma quasi 300 Euro all’anno. Dovremo forse soffrire un po’ di caldo in più. A meno che il Governo, italiano ma soprattutto a livello europeo, non trovi la soluzione a questa assurda crisi energetica.