Come togliere la puzza di chiuso dalle stanze, armadi e cassetti: ecco le soluzioni fai da te

Non è raro rientrare in casa e sentire puzza di chiuso oppure di umidità. Possiamo rimediare con un semplice spray autoprodotto.

A volte succede al rientro dalle vacanze, ma anche la sera dopo il lavoro: rincasando, si può avvertire un odore sgradevole in casa. Tra le cause, umidità e poco ricambio d’aria. Possiamo rimediare, però, con poche accortezze e un prodotto naturale.

puzza di chiuso
Adobe Stock

“Casa” significa accoglienza, senso di protezione e sicurezza. Quando rientriamo nella nostra abitazione ritroviamo la nostra essenza. A chi non piace personalizzare ogni ambiente, secondo le sue inclinazioni e gusti? Tuttavia, la casa ci dà anche tanto da fare.

In molti dei nostri articoli parliamo della difficoltà di mantenere puliti mobili, suppellettili, elettrodomestici. Ogni giorno c’è qualcosa da fare. Basta trascurare la casa per poco tempo e tutto cambia. Uno dei problemi che possono sorgere è il cattivo odore che aleggia.

Le cause possono essere davvero tante: un ambiente tendenzialmente umido, la presenza di fumatori o l’abitudine di cucinare spesso cibi fritti, e in estate la spazzatura che emana afrori insopportabili. Soprattutto il secchio dell’umido.

Inoltre la puzza di chiuso può concentrarsi soprattutto negli armadi, nei cassetti e negli sgabuzzini. Di conseguenza rimane nei vestiti. E a nulla servono deodoranti o profumi, anzi, peggiorano la situazione.

Arieggiare può non bastare. Eppure, anche d’inverno, si consiglia di aprire le finestre al mattino per 10 minuti. Se però cambiare aria non basta, possiamo risolvere con una soluzione casalinga, facile da preparare e molto efficace.

Come togliere la puzza di chiuso dalle stanze, armadi e cassetti

Per prima cosa, ricordiamo che se l’odore pungente che ha invaso la casa deriva dall’umidità e dalla muffa, dobbiamo prima agire alla fonte. Una casa umida rappresenta un pericolo per la salute.

In un nostro articolo suggeriamo come eliminare gli aloni con metodi naturali, ma se muffa e umidità sono ampiamente presenti è meglio valutare di effettuare dei lavori. Ad esempio si possono cambiare i serramenti, oppure intervenire a livello strutturale con “cappotti” e guaine, per coibentare bene la casa.

Eliminato il problema muffa, è possibile che ormai la puzza di chiuso abbia intriso tende, tessuti e vestiti. In quel caso, oltre ad arieggiare più spesso la casa, possiamo intervenire con uno spray autoprodotto. Ecco le ricette, davvero semplicissime da realizzare ma al tempo stesso efficaci.

Il primo ingrediente che possiamo usare è il Bicarbonato. Questo elemento ha ottime proprietà assorbenti, e in pochi istanti elimina subito i cattivi odori. Basterà preparare uno spruzzino con dell’acqua e 2 cucchiai di bicarbonato. Infine, possiamo aggiungere qualche goccia di un olio essenziale, della fragranza preferita. Molto indicati per la casa sono quelli a base di agrumi.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Un altro prodotto che possiamo realizzare è a base di Aceto bianco e Limone. Dobbiamo per prima cosa scaldare mezzo litro di aceto in un pentolino, ma senza farlo arrivare a bollire. Poi spremiamo il succo di due limoni e aggiungiamolo all’aceto. Facciamo raffreddare e riposare il liquido per una giornata, poi versiamolo in uno spruzzino. Usiamolo in tutta la casa, a piacere, e toglieremo in un batter d’occhio tutti i cattivi odori.