Detrazioni Bonus edilizi: attenzione, è in vigore la nuova guida dell’Agenzia delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la Nuova Guida delle detrazioni dei Bonus edilizi, come Superbonus, Sismabonus, Bonus Verde, Bonus Mobili, Bonus Facciate, Ecobonus.

La Circolare n. 28/E del 25 luglio 2022 dell’Agenzia delle Entrate, dunque, ha introdotto importanti novità relative alle detrazioni per le spese di interventi di recupero del patrimonio edilizio.

detrazioni
Adobe Stock

In particolare, il provvedimento riguarda determinati aspetti normativi di Superbonus, Sisma Bonus, Bonus Verde, Bonus Facciate ed Ecobonus. Grande attenzione è riservata agli obblighi di produzione e di conservazione documentale per i contribuenti ed i professionisti abilitati.

Lo scopo dell’ultimo documento dell’Agenzia delle Entrate è quello di fornire a tutti gli operatori un valido strumento che assicuri il rispetto omogeneo della disciplina normativa.

Analizziamo, dunque, la Circolare nel dettaglio.

Leggi anche: “Mini condominio e Superbonus, le regole della cessione del credito spiegate in breve“.

Detrazioni Bonus edilizi: l’ultimo intervento dell’Agenzia delle Entrate

La Circolare n. 28/E del 25 luglio 2022 pubblicata sul sito dell’Agenzia delle Entrate è suddivisa in 4 parti, di diverse colorazioni. Tale grafica è stata scelta per permetterne una consultazione più efficace. Alla fine del documento, poi, vi sono le Autocertificazioni, contenenti le dichiarazioni sostitutive stilate dal contribuente.

Nel dettaglio, il provvedimento è strutturato in tale modo:

  1. Recupero Patrimonio Edilizio: – Sismabonus; – Bonus Verde; – Bonus Facciate;
  2. Risparmio Energetico;
  3. Bonus Mobili;
  4. Superbonus 110%.

La Nuova Guida contiene le principali innovazioni legislative e giurisprudenziali relative alle detrazioni per i Bonus edilizi.  Si tratta, in pratica, di un aggiornamento delle precedenti pubblicazioni contenute nelle Circolari del 25 giugno 2021, n. 7/E, dell’8 luglio 2020, n. 19/E, del 31 maggio 2019, n. 13/E, del 27 aprile 2018, n. 7/E e del 4 aprile 2017, n. 7/E.

Scopi della Nuova Guida

Il provvedimento legislativo è stato stilato grazie al lavoro compiuto, contemporaneamente, dall’Agenzia delle Entrate e dalla Consulta Nazionale dei CAF. Gli obiettivi della Guida, infatti, sono principalmente legati all’esigenza di offrire uno strumento a disposizione degli:

  • operatori dei CAF e professionisti abilitati, soprattutto per l’apposizione del visto di conformità sulle dichiarazioni presentate;
  • Uffici dell’Amministrazione finanziaria, nell’ambito dello svolgimento dei compiti di assistenza e di controllo documentale.

Consulta anche: “Superbonus 110% in crisi? Ecco le richieste del settore edile per rilanciare i bonus edili“.

La Nuova Guida relativa alle detrazioni per il Superbonus 110%

Nella Sezione “L’Agenzia Informa” del sito dell’Agenzia delle Entrate è a disposizione la Nuova Guida relativa al Superbonus 110%. In particolare, il documento prende in considerazione le novità relative alla disciplina delle detrazioni, previste dalla Legge di Bilancio 2022 e dai Decreti Sostegni- ter, Energia e Aiuti.

Con tale provvedimento, si specifica che il divieto di cessione parziale e la tracciatura si applicano solo ai casi di prima cessione del credito o di sconto in fattura, inviate all’Agenzia delle Entrate dal 1° maggio 2022. Dunque, non si applicano alle ipotesi di prima cessione del credito o di sconto in fattura antecedenti.

La Nuova Guida ha una struttura molto semplice:

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo
  • Introduzione e nozioni preliminari sull’agevolazione (di cosa si tratta, a chi è rivolta e in quale misura, regole ulteriori sulla detrazione, cumulabilità con altri benefici fiscali);
  • Interventi agevolabili;
  • Alternative alle detrazioni (sconto in fattura e cessione del credito);
  • Adempimenti;
  • Tabelle di riepilogo.

La Guida, inoltre, contempla le innovazioni sul potere di controllo e sulle misure di contrasto alle frodi dell’Agenzia. Nello specifico, l’Agenzia ha il compito di provvedere alla verifica documentale dell’esistenza dei presupposti per il diritto alle detrazioni fiscali.