Bonus figli disabili, i pagamenti di agosto riservano un’amara sorpresa

Il Bonus figli disabili verrà erogato il 3 agosto ma senza gli arretrati spettanti. Scopriamo i dettagli del versamento.

I genitori in attesa degli arretrati del Bonus erogato per i figli con disabilità dovranno attendere. Cerchiamo di capire fino a quando.

Bonus figli disabili
Adobe Stock

Nei primi mesi del 2022 è stato introdotto un contributo per le famiglie con figli disabili a carico. Il Bonus ha come beneficiati i genitori disoccupati o monoreddito che appartengono a nuclei monoparentali, con uno o più figli con invalidità superiore al 60%. L’importo del contributo varia da 150 a 500 euro e viene generalmente erogato all’inizio del mese. Non c’è una data fissa per ogni beneficiario. Di conseguenza c’è chi comincerà a ricevere i soldi il 3 agosto e chi dovrà attendere qualche giorno in più non superando la finestra temporale di 15 giorni – come per l’Assegno Unico. Diversi genitori sono, poi, in attesa dell’erogazione degli arretrati. Quando arriveranno?

Bonus figli disabili, cosa sappiamo sugli arretrati?

Le tempistiche di erogazione degli arretrati non sono ancora state indicate. Ricordiamo che potranno ricevere gli arretrati tutti i percettori del Bonus figli disabili dato che la misura ha valenza retroattiva. L’INPS, infatti, ha comunicato che la prestazione spetta per gli anni 2021, 2022 e 2023 a chi ha inoltrato domanda entro il 31 marzo 2022 e soddisfaceva i requisiti nel 2021.

Per quanto riguarda le modalità di erogazione dei versamenti di questi arretrati si ipotizza che avverranno su base mensile proprio come accade per l’Assegno Unico Universale. Per quanto riguarda le date non si ha nessun indizio che lascia supporre i giorni di pagamento.

Come inoltrare domanda di accesso alla misura

Chi non ha inviato in tempo la domanda nel 2022 dovrà attendere il prossimo anno per ricevere il Bonus e gli arretrati. Come accennato, il termine ultimo da rispettare è il 31 marzo. C’è tempo, dunque, per conoscere la procedura e non lasciarsi sfuggire l’occasione di avere un’entrata aggiuntiva.

Il richiedente dovrà accedere al portale dell’INPS utilizzando le credenziali digitali (SPID, CIE e CNS) ed entrare nella sezione “Prestazioni e Servizi”. Cliccando su “Servizi” e “Contributo genitori con figli con disabilità” si potrà avanzare la richiesta del Bonus compilando la domanda. Tra i dati da inserire indichiamo il codice fiscale del figlio disabile e l’IBAN del conto su cui ricevere l’accredito. In più, sarà necessario allegare la Dichiarazione Sostitutiva Unica.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

In caso di difficoltà nello svolgimento della procedura sarà possibile richiedere l’aiuto dei Caf e dei patronati per concludere con successo la richiesta.