Esiste un ingrediente ‘insospettabile’ per sbiancare i denti e non è il Bicarbonato, parola di scienziati

Un interessante studio ha scoperto una sostanza per proteggere e per sbiancare i denti. Si può usare anche a casa, ma non è il Bicarbonato.

La salute orale, si sa, passa dal dentista. Ma esistono diverse abitudini che possiamo attuare per favorire il suo lavoro. E alcuni ingredienti “segreti” per far tornare i denti bianchi anche senza spendere una fortuna.

per sbiancare i denti
Adobe Stock

Perché se è vero che il dentista è indispensabile se vogliamo una dentatura bella e sana, è anche vero che costa molto. Non possiamo evitare di andarci, ma possiamo fare in modo di andarci meno spesso.

Avere un bel sorriso non è una questione meramente estetica. Si tratta di un vero e proprio problema sociale. Mostrare dei denti ingialliti o macchiati è fonte di grave imbarazzo e può scatenare altre problematiche, come depressione, mancanza di fiducia in sé stessi, e problemi relazionali. Inoltre, come sappiamo, una dentatura sana significa anche preservare tutto l’organismo da infezioni e complicanze che possono trasformarsi in disagi importanti.

Oltre ad una regolare pulizia e altrettanti regolari visite dal dentista, possiamo attuare alcune buone abitudini per evitare che i denti ingialliscano. Ad esempio, sarebbe meglio evitare fumo e alcol, ma anche l’eccessivo consumo di caffè, tè e bibite gassate. Anche mangiare cibi industriali raffinati fa male alla salute dei denti. Infine, anche l’uso di determinati farmaci o altri problemi di salute possono scalfire la “tenuta” dello smalto.

Insieme a buone abitudini, oggi abbiamo un’altra arma per far tornare i nostri denti più bianchi che mai. Possiamo pensare che usare il Bicarbonato sia la soluzione – e infatti uno dei metodi è questo – ma esiste un altro ingrediente insospettabile. Ecco qual è.

Esiste una sostanza ‘insospettabile’ per sbiancare i denti e non è il Bicarbonato, parola di scienziati

Secondo uno studio pubblicato su National Library of Medicine, esiste una sostanza naturale che protegge lo smalto dei denti, e di conseguenza si ottiene un minore ingiallimento. Il fenomeno, infatti, oltre alle altre cause sopra citate, si manifesta quando lo strato di smalto si riduce.

La sostanza in questione sarebbe la teobromina, che è contenuta anche nella polvere di Cacao. Senza sviscerare le modalità scientifiche complesse dello studio pilota che è stato effettuato, riportiamo le conclusioni dello stesso.

“… con l’applicazione della teobromina è stata riscontrata una consistente e notevole protezione della superficie dello smalto.”

Dunque potremmo sfruttare le proprietà del Cacao per realizzare un preparato casalingo per sbiancare i denti. Ovviamente parliamo di Cacao amaro e senza zucchero. Basterà miscelare la polvere con dell’Olio di Cocco, e ottenere una sorta di dentifricio o di collutorio. Non resta che provare l’inedito accostamento e vedere se gli scienziati hanno ragione.

(le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e riguardano studi scientifici pubblicati su riviste mediche. Pertanto, non sostituiscono il consulto del medico o dello specialista, e non devono essere considerate per formulare trattamenti o diagnosi)

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base