Due importanti concorsi per 211 posti di lavoro e per 173 figure è richiesto solo il diploma: ecco cosa fare per non perdere l’occasione

Un Regione della nostra Italia ha bisogno di queste specifiche figure che operano nel mercato del lavoro. Ecco chi può fare domanda.

Per la precisione, la Regione italiana che ha bandito i concorsi fa parte dell’area settentrionale della nostra penisola.

mercato del lavoro
Adobe Stock

Scendendo ancora di più del dettaglio, possiamo affermare che la Regione in questione è quella del Veneto. La stessa garantisce l’assunzione a tempo indeterminato e pieno per ben 211 candidati che riusciranno a superare le prove d’esame. Tuttavia, i due bandi di concorso, oltre alle prove concorsuali, valuteranno anche i titoli posseduti da chi farà domanda di partecipazione. I due bandi sono stati recentemente pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale lo scorso 1° luglio 2022. I 211 posti saranno così divisi. 173 unità sono chiamate a impiegare il ruolo di operatore del lavoro per diplomati. I restanti 38, invece, dovranno ricoprire la figura di specialista in mercato e servizi del lavoro per i laureati.

La prima figura appartiene alla categoria C ed ha come posizione economica la C1. La seconda, invece, appartiene alla sola categoria D. Tuttavia, prima di procedere nell’illustrazione dei due bandi, segnaliamo altre offerte di lavoro. Di recente è stato reso noto anche un altro bando concorsuale per lavorare come documentarista presso la Camera dei deputati. I posti resi disponibili sono 65. Inoltre, segnaliamo anche come il Governo abbia approvato il Bonus Patente C per via della mancanza di autotrasportatori. Stiamo parlando di un contributo economico di 2.500 euro. Ebbene, detto questo, possiamo dedicarci esclusivamente ai due bandi voluti dalla Regione del Veneto.

Tutti i requisiti necessari per lavorare come figure del mercato del lavoro

Per partecipare alle prove concorsuali e alla valutazione dei titoli, è necessario essere cittadini italiani. Allo stesso modo, anche chi è cittadino di uno dei paesi membri dell’Unione Europea ha la possibilità di inviare la candidatura. Bisogna essere maggiorenni e possedere la giusta idoneità fisica richiesta dall’impiego. Inoltre, è richiesto lo svolgimento della leva militare obbligatoria per tutte le persone soggette a un simile provvedimento. Di fondamentale importanza è anche il godimento dei diritti sia civili che politici.

Non possono fare domanda tutti coloro che risultano essere destituiti, dispensati o licenziati presso un precedente impiego nella pubblica amministrazione. Stesso discorso vale per chi è stato dichiarato decaduto da un impiego precedente. Nemmeno chi è soggetto a condanne penali definitive o provvedimenti definitivi del tribunale può fare domanda. Stesso esito vale per chi è soggetto a condanne o provvedimenti che non permettano di lavorare con la pubblica amministrazione. Di conseguenza, chi è soggetto alla situazione di interdizione non potrà partecipare. Infine, chi è condannato per i reati previsti nel capo I del titolo II del libro II del codice penale non può presentare domanda.

Quali sono i requisiti formativi previsti dai due bandi concorsuali

Per poter lavorare a servizio del mercato del lavoro bisogna possedere anche dei requisiti formativi specifici. Chi si candida per il ruolo di operatore deve essere in possesso del diploma di maturità o di un titolo definibile equivalente. Invece, chi si candida per il concorso di specialista deve possedere un diploma di laurea triennale. Allo stesso modo, sono riconosciuti anche i diplomi di laurea specialista o quinquennale, oppure del vecchio ordinamento. Dunque, come nel caso dei diplomi, nemmeno qui è prevista una specificazione del corso per cui si è laureati.

Quali sono le prove d’esame e come fare domanda di partecipazione

In totale, parliamo di 4 prove. Una prima prova è di tipo preselettiva e verrà imposta qualora le domande superi il numero di 900. Poi, seguiranno due prove scritte e infine la prova orale. Questa è necessaria per valutare la conoscenza della lingua inglese e dell’informatica di base. Per quanto riguarda la candidatura, sarà possibile inviare la domanda entro le ore 23:59 del 1° agosto 2022. La stessa deve essere inoltrata per via telematica al sito di competenza.

Ovviamente, prima di seguire la procedura, è necessario registrarsi. Per farlo bisognerà essere in possesso dello SPID oppure della carta di identità elettronica. In mancanza delle due, viene accettata anche la carta nazionale dei servizi. Dopo aver concluso questa prima fase iniziale, si potrà accedere alla sezione “Curriculum” e poi a quella di “Concorsi”. Per poter leggere maggiori informazioni sul concorso per gli operatori del mercati del lavoro consigliamo di dare un’occhiata questa pagina. Allo stesso modo, per tutti coloro i quali, invece, sono interessati al concorso di specialisti del mercato e servizi per il lavoro, possono cliccare su questo link.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base