Tre scosse di terremoto tra Marche e Abbruzzo: la più forte di magnitudo 4.1, bloccati i treni e tanta paura

Una nuova scossa di terremoto sconvolge la popolazione italiana. Avvertita in tutta regione Marche. Non si segnalano danni.

Alle ore 13:18 l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (INGV) ha segnalato un terremoto sulle coste delle Marche di magnitudo 4.1.

terremoto
Foto Canva

L’epicentro è stato in mare tra San Benedetto del Tronto e Fermo a una profondità di 11 chilometri.

Terremoto: tanta paura ma nessun danno a cose e persone

Nonostante si sia sentito in tutta la Regione, al momento non si registrano danni. Ma solo tanta paura. Bloccati i treni per i controlli sulle linee ferroviarie.

Segnalazioni del terremoto tramite i social sono arrivate dalla provincia di Ancona, da Porto San Giorgio, in provincia di Fermo e da San Benedetto del Tronto in provincia di Ascoli Piceno.

Registrata intorno alle 13:18 la scossa di terremoto è stata avvertita anche in Abruzzo e lungo la Costiera romagnola. Secondo, INGV le città più vicine all’epicentro sono Cupra Marittima a 9 chilometri e Grottammare a 10 chilometri di distanza. Entrambe le città sono in provincia di Ascoli Piceno.

In seguito, l’INGV ha registrato altre due scosse. La prima alle 13:22 con magnitudo 2.4 e a 30 chilometri di profondità. La seconda alle 13:39 con magnitudo 3.0 e profondità 26 chilometri.