Come allontanare per sempre i piccioni da balconi e terrazzi, senza usare veleni e senza spendere una fortuna

Esistono diversi modo “furbi” per mandare via i piccioni da balconi, terrazzi e tetti. E non è necessario ricorrere a sistemi invasivi.

I piccioni sono uccelli che hanno saputo inventare un modo per convivere con gli umani. Sono anche caratteristici, nelle piazze e nelle città. Ma a volte possono essere davvero fastidiosi e portare anche alcune malattie. Riuscire a scacciarli dalle vicinanze delle nostre case non è impossibile, anzi, ci sono tanti metodi. Vediamoli tutti.

mandare via i piccioni
Adobe Stock

Purtroppo, anche rispettando questi animali, dobbiamo sapere che la loro presenza può essere dannosa. I piccioni hanno una pessima abitudine, quella di riempire di escrementi ogni superficie dove svolazzano. E quando decidono di “prendere la residenza” in un balcone o tra le mura dei condomini, allora sono “guai”. Soprattutto se qualcuno, ingenuamente, dà loro anche da mangiare.

I piccioni, poi, sono “portatori sani” di malattie. Venirne a contatto può essere davvero pericoloso, soprattutto se si hanno dei bambini. Bisogna fare in modo, allora, che trovino un altro posto dove vivere. In rete e nei negozi si trovano tanti articoli da usare contro i piccioni, ma sono tutti aggressivi: spuntoni, spray velenosi e trappole che però potrebbero far male anche ad altre creature viventi. E allora come fare? Vediamo tutti i “trucchi” che abbiamo a disposizione.

Come mandare via i piccioni da balconi e terrazzi in modo facile ed economico

Esattamente come per altri esserini, ad esempio le formiche, per scacciare i piccioni dalle nostre abitazioni dobbiamo conoscere le loro abitudini. Soprattutto ciò che gli dà fastidio. I piccioni temono i rapaci, poiché in natura sarebbero loro predatori. Dunque possiamo acquistare – o realizzare da soli – delle sagome che ricordano falchi e gufi, da sistemare poi dove solitamente svolazzano i piccioni. Questi uccelli però sono anche intelligenti. A lungo andare una sagoma che non si muove mai non farà loro più paura. Quindi bisogna spostarle di frequente, così da ingannare meglio gli ospiti “sporcaccioni”.

Tra le altre cose che danno fastidio ai piccioni c’è la luce forte. Con qualche articolo anche reperibile già in casa si possono creare delle sorte di “scacciaguai” da appendere al balcone o sotto al tetto. Con superfici riflettenti – come dei vecchi CD o la carta stagnola – fili e girandole che si muovono da soli con il vento, possiamo infastidire parecchio i piccioni, che magari voleranno da un’altra parte.

Se non vogliamo “addobbare” l’esterno della casa, possiamo attingere alla Natura. I piccioni non amano gli odori forti. Ecco che sistemando dei bei vasi di spezie otterremo due benefici in uno. Particolarmente odiati dai piccioni sono le piantine di peperoncino. Se poi gettiamo un po’ di pepe e di cannella qua e là, molto probabilmente gli “inquilini fastidiosi” andranno altrove.

Non abbiamo “il pollice verde”? Non importa, esiste anche la tecnologia. In commercio di trovano dei piccoli ed economici dispositivi che emettono ultrasuoni. Per gli umani non sono pericolosi, perché non vengono proprio avvertiti. Ma sono davvero efficaci sull’apparato auditivo dei piccioni.

Naturalmente, se insieme a tutti questi metodi evitiamo di dare da mangiare ai piccioni faremo un’azione completa ed efficace per non vederli più svolazzare (e lasciare sporco) intorno alle nostre case.