Bonus Internet 300 euro senza ISEE per navigare super veloci e senza limiti con SPID gratis, occasione unica

Bonus Internet ricco di sorprese per i cittadini che desiderano avere una connessione più veloce e non solo. Scopriamo le opportunità a cui avere accesso.

Al via la seconda fase del Piano voucher per le famiglie con l’erogazione di un Bonus dal valore di 300 euro per una navigazione senza limiti.

bonus internet
Adobe Stock

La società Infratel Italia ha avviato la seconda fase del Piano voucher proponendo due misure che permetteranno ai cittadini di mettersi al passo con i tempi. Al momento sono in consultazione fino al 31 maggio 2022 per poi essere inviate alla Commissione Europea per l’approvazione. L’obiettivo è incentivare le famiglie all’utilizzo della banda ultra larga mediante l’attivazione di un intervento più rilevante rispetto al Bonus della prima fase che non ha avuto grande successo tra i cittadini. Scopriamo quali sono le nuove caratteristiche che rendono il Bonus Internet più allettante.

Bonus Internet, le caratteristiche della nuova misura

L’obiettivo è incentivare lo sviluppo di reti internet ad alta velocità e per raggiungerlo occorre fornire un adeguato supporto alle famiglie italiane. Da qui l’idea di migliorare un Bonus già esistente introducendo allettanti novità che potrebbero catturare l’attenzione dei cittadini. Il primo riferimento è all’assenza dell’ISEE come requisito per accedere alla misura. Il secondo è al valore di 300 euro per finanziare i contratti di connessione della durata minima di 24 mesi con velocità minima di 30 Mbps in download. La stima dell’importo è stata fornita da Infratel ipotizzando la copertura del 50% dei costi.

Possono accedere al Bonus tutte le famiglie che non possiedono una connessione oppure che hanno un contratto ma con velocità internet inferiore a 30 Mbps in download. Il passaggio ad uno standard più performante è, dunque, condizione necessaria.  In caso di doppio contratto il bonus potrà essere richiesto per migliorare la velocità del meno performante.

La misura nasconde una sorpresa

La misura è ancora sotto consultazione pubblica che durerà fino al 31 maggio per poi passare al vaglio della Commissione Europea e diventare, infine, operativa mediante Decreto Legge del Ministero dello Sviluppo Economico. Le risorse a sostegno del finanziamento del Bonus saranno 407 milioni di euro. I soldi serviranno per l’attivazione delle nuove connessioni internet secondo le modalità descritte ma verranno utilizzati anche per supportare una “sorpresa” associata al Bonus Internet.

Parallelamente all’erogazione dei 300 euro per migliorare la connettività verrà rilasciato gratuitamente lo SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale necessario per accedere a numerosi servizi della Pubblica Amministrazione. Un secondo voucher, dunque, per abbattere i costi della richiesta dell’identità digitale rivolgendosi ad un provider affidabile. Le sorprese della seconda fase non finiscono qui. Il piano prevede PEC gratis per tutti i cittadini.