Casalinghe: in arrivo 500 euro per chi si occupa della casa e della famiglia, ma è davvero così? La risposta inaspettata

Le casalinghe, ma in realtà anche i casalinghi, possono ottenere un bonus a loro dedicato. Ma è davvero così?

Ogni anno l’INPS mette a disposizione un bonus per coloro che si occupano della casa e della famiglia a tempo pieno. Infatti, sono tante le donne che per scelta o perché esigenze personali decidono di occuparsi della gestione familiare.

Casalinghe: in arrivo 500 euro
Foto Canva

Visto da sempre come prerogativa prettamente femminile, in realtà attualmente i lavori domestici sono svolti anche da molti uomini. Purtroppo, però è un lavoro che non è riconosciuto a livello economico, nonostante sia un impegno a tempo pieno e senza orari. Per questo motivo, l’INPS ha deciso di erogare un bonus a loro dedicato. Ma è davvero così?

Casalinghe: in arrivo 500 euro per chi si occupa della casa e della famiglia, ma è davvero così?

In realtà no. Perché il bonus casalinghe da 500 euro, tanto pubblicizzato in rete, in realtà è l’assegno sociale erogato per chi non ha contributi lavorativi. Si tratta dell’ex pensione sociale destinata alle donne e agli uomini che non solo non hanno mai lavorato.

Per prima è bene chiarire che in realtà le casalinghe non riceveranno un assegno di 500 euro. Questo perché l’importo dell’assegno sociale è pari a 468,10 euro.

Per ottenerlo devono possedere determinati requisiti di età e reddituali. Infatti, devono aver compiuto 67 anni di età e avere un reddito che dipende dalla situazione personale. Inoltre, l’imposto dell’assegno può essere erogato nella misura intero oppure ridotta.

Nello specifico, possono ottenere l’intero assegno, i beneficiari, non coniugati, con un reddito pari a zero. Ma anche chi ha un reddito non superiore ai 6.085,30 euro se coniugati.

Invece, beneficeranno di un assegno ridotto chi avrà un reddito inferiore a 6.085,30 euro purché non siano coniugati. In caso contrario, il reddito dovrà essere non superiore a 12.170,60 euro.

Come ottenere l’assegno

Per ottenere l’assegno, è necessario presentare una domanda tramite il sito INPS oppure contattare il contact center. È possibile anche rivolgere ai CAF oppure a un patronato.