Quattordicesima 2022 ricca come non si era mai vista, in arrivo a luglio un maxi assegno

Quest’anno la quattordicesima 2022 sarà davvero bella corposa. Grazie al bonus di 200 Euro previsto ne Decreto Aiuti.

Come avverrà l’accredito? Il Governo sta lavorando per valutare tutte le opzioni, e sono già state decise modalità tempistiche e platea dei beneficiari. Grazie al Decreto Aiuti, le famiglie potranno “riprendere fiato”, dopo mesi difficili a causa dei rincari generalizzati di beni e servizi.

quattordicesima
Adobe Stock

Dopo qualche piccolo “tentennamento” su chi avrebbe dovuto ricevere il bonus da 200 Euro, il Governo ha lavorato alacremente andando a inserire nella platea di beneficiari praticamente “tutti”. La quattordicesima di luglio prossimo comprenderà anche il bonus e dunque porterà tanti bei soldi nelle tasche degli italiani.

Ricca quattordicesima 2022, a chi arriverà il maxi cedolino

I 200 Euro una tantum previsti arriveranno non solo a lavoratori dipendenti e pubblici. Entreranno nelle tasche dei percettori del reddito di cittadinanza, dei disoccupati (Naspl e Dis-Coll) i pensionati e i prepensionati. Il bonus di 200 Euro andrà anche a chi percepisce uno o più trattamenti pensionistici, l’assegno sociale o di quello di accompagnamento alla pensione.

Dopo alcune “discussioni” politiche, il Governo ha deciso di far rientrare nella platea di beneficiari altre categorie di cittadini. Infatti, anche se all’inizio non era previsto, accederanno al bonus da 200 Euro anche i lavoratori stagionali, le colf, e gli autonomi.

Naturalmente, l’unico requisito che serve per ricevere 14ma e bonus è quello di non aver superato il reddito di 35 mila Euro all’anno. Anche se per calcolare il reddito sono comprese tutte le entrate valide a fini fiscali, ci sono ottime notizie. Perché nel cumulo non verranno presi in considerazione “la casa di abitazione, i trattamenti di fine rapporto, l’assegno unico, gli assegni familiari, di guerra, gli indennizzi ai soggetti danneggiati da vaccinazioni obbligatorie, le indennità di accompagnamento e quelle per i ciechi parziali e per i sordi prelinguali.”

Dunque molti contribuenti potranno ritrovarsi a luglio con un cedolino che vale anche 800 Euro, a seconda dell’importo della 14ma che si va a sommare al bonus da 200 Euro.