Pensione anticipata: il recupero dei contributi figurativi per legge 104 non è necessario e si può accedere subito

Pensione anticipata con Quota 41 e congedo legge 104, bisogna recuperare i contributi figurativi? Rispondiamo a questa domanda

Il lavoratore che assiste il familiare con disabilità grave, è una tutelato anche a livello previdenziale e permette il pensionamento anticipato.

Pensione anticipata Quota 41
Foto Canva

Un Lettore ha posto agli Esperti di InformazioneOggi il seguente quesito: “Salve sono caregiver ho una figlia con art3 com 3 ho 39 anni di contributi se mi prendo il permesso di 2 anni per mia figlia posso andare in pensione al rientro o devo fare i 2 anni di lavoro per andare a 41 anni da premettere ho iniziato a lavorare 3 anni prima dei 19 anni”.

Pensione anticipata e congedo straordinario di due anni

Il Dlgs 151/2001 all’articolo 42, comma 5, riconosce ai lavoratori dipendenti il diritto di fruire di due anni di congedo straordinario (anche frazionato) per assistere il familiare convivente con legge 104 art. 3 comma 3. Il congedo è retribuito e coperto da contribuzione figurativa ai fini del diritto e della misura della pensione. I contributi dovranno computarsi secondo quanto previsto dalla legge 183/2010 all’articolo 40.

In effetti il congedo attribuisce al lavoratore due specifici benefici: l’indennità di congedo che è calcolata in base all’ultima retribuzione percepita. L’indennità è comprensiva dei ratei di tredicesima, delle eventuali mensilità aggiuntive, delle gratifiche, dei premi, eccetera. Poi, spetta la contribuzione figurativa che è utile ai fini pensionistici.

Conclusione

I contributi figurativi sono validi ai fini del pensionamento con la quota 41, quindi, il nostro Lettore al termine del congedo di due anni, se ha raggiunto compreso i contributi figurativi, un requisito contributivo di 41 anni, può presentare domanda di pensionamento  Quota 41 con la tutela di caregiver.

Ricordiamo che, oltre ai 41 anni di contributi (a prescindere dall’età anagrafica) e 12 mesi di lavoro effettivo (prima del compimento del diciannovesimo anno di età) è richiesta la convivenza con il familiare in possesso della legge 104 art. 3 comma 3. Infine, la domanda di pensionamento può essere presentata dal primo marzo di ogni anno e non oltre il 30 novembre. Questa misura prevede la finestra mobile di tre mesi dal raggiungimento dei requisiti per la pensione anticipata lavoratori precoci (Quota 41).

Se hai dubbi o vuoi porre una domanda di carattere previdenziale, fiscale e legge 104, invia qui il tuo quesito.