“Non usate la PostePay alle 2 di notte”: l’incredibile perché

Usare la PostePay è una pratica comune, proprio perché la carta ricaricabile è utile in tanti frangenti. Ma di notte potrebbero succedere dei disguidi.

Non solo acquisti online: la PostePay è utile davvero in tante occasioni. Viene accettata nei negozi, supermercati, in tutte le attività commerciali, e ovviamente presso i Postamat si può prelevare contanti in tutta libertà. Naturalmente chi la possiede pensa di poterla usare 24 ore su 24, come le altre. Purtroppo non è così. Ecco perché.

usare la postepay
Adobe

Forse a causa della pandemia, gli acquisti online sono aumentati moltissimo. O forse, semplicemente, era un fenomeno destinato ad ampliarsi. Per tanti motivi. Oggi, quasi tutti hanno uno smartphone, hanno consapevolezza e piene capacità di navigare in internet e approfittare di tutti i servizi digitali. Per lavoro, per svago, per comunicare con le Amministrazioni.

Ultimamente però, molti utenti si sono trovati di fronte a un piccolo problema. Cercando di effettuare un pagamento con la nota carta ricaricabile, si sono visti rifiutare la transazione. E non casualmente, ma ad orari precisi. Di notte. Qualcuno si è impaurito, ha pensato ad una truffa. Qualcun altro ha probabilmente imprecato per non aver potuto fruire di un servizio. Ma cosa sta succedendo? Ecco – l’incredibile – motivazione.

Meglio non usare la PostePay alle 2 di notte, il perché

Come è normale che sia, chi ha una carta di credito/debito, può usarla senza problemi, 24 ore su 24, soprattutto se acquista online. Perché fortunatamente la rete non ha “orari di chiusura”. Oppure può capitare di prendere un taxi di notte e non avere con sé dei contanti. O ancora, quanti giovani girano per locali fino al mattino?

Ebbene, chi ha queste abitudini è meglio che oltre alla PostePay si munisca di un altro metodo di pagamento. Perché di notte, la famosa carta ricaricabile “non funziona”. Gli utenti potrebbero tentare una transazione e vedersi “rispondere dal Pos” di turno messaggi come “Servizio momentaneamente non disponibile” oppure “siamo spiacenti ma per motivi tecnici l’operazione non può essere eseguita”. 

In realtà non ci sarebbero problemi particolari, truffe in atto o simili. Si tratta di una cosa “normale”. Almeno per Poste Italiane. Perché in pratica, ogni notte alle 2 – per una decina di minuti circa – la piattaforma usata dalla carta è in aggiornamento. La manutenzione tecnica avviene, inoltre, ogni secondo giorno lavorativo della settimana, in un lasso di tempo all’incirca tra le 2 e le 4 di notte.

Quindi non c’è niente da fare. O meglio, qualcosa si può: memorizzare suddetta informazione e se capita di dover fare un acquisto o un pagamento in quegli orari meglio munirsi di altro mezzo. Nonostante questo “piccolo inconveniente”, la PostePay è una carta molto usata e apprezzata da tantissimi utenti.

Impostazioni privacy