Ritiro di un noto antidolorifico dalle farmacie italiane: marchio e lotto

L’AIFA annuncia la sparizione cautelare dalle farmacie di un noto antidolorifico: Scopriamo quale e il lotto interessato dal richiamo.

Non solo prodotti alimentari, anche i medicinali sono a rischio richiamo da parte dell’AIFA. L’ultimo avviso riguarda un comune antidolorifico utilizzato per il trattamento locale di affezioni dolorose.

L'antidolorifico ritirato dalle farmacie
Non prendete questo antidolorifico (Informazioneoggi.it)

Gli antidolorifici sono usati per alleviare il dolore avvertito in caso di mal di testa, infiammazioni, mal di schiena, nervi sensibili e sciatica. In commercio ne esistono di diversi tipi, alcuni si assumono oralmente altri si applicano sulla zona dolorante. In ogni caso occorre seguire correttamente posologia e modalità di somministrazione per evitare rischi legati all’assunzione. Altri casi in cui si prescrivono antidolorifici come farmaci sono il trattamento dell’artrite, del mal d’orecchio, dell’influenza e della sinusite oppure di dolore post operatorio oppure per i postumi di sforzi muscolari eccessivi.

Gli antidolorifici applicati sulla parte dolorante servono per il trattamento locale di affezioni dolorose dell’apparato osteo-articolare e muscolare legate ad un trauma come contusione, distorsione, torcicollo, stiramenti muscoli, lombaggine o ad una causa reumatica. Proprio un antidolorifico di questo tipo è stato ritirato dalle farmacie in via precauzionale. Ad annunciarlo l’Agenzia Italiana del Farmaco.

Leggi anche >>> Sostanze tossiche negli spinaci, anche in quelli surgelati: è allarme in tutta Italia

L’antidolorifico ritirato dalle farmacie: marchio e lotto

L’AIFA ha comunicato il ritiro a scopo cautelativo del medicinale FASTUM antidolorifico 10 mg/g gel in confezione da 50 g (AIC numero 040657013 con scadenza gennaio 2025). L’azienda produttrice è la ditta A. Menarini Industrie Riunite SRL con sede a Firenze in via Sette Santi numero 3. Il lotto è il numero 2002A. Causa del ritiro una nota della ditta produttrice a segnalare un risultato fuori specifica. L’azienda ha già iniziato con le procedure di recupero del medicinale e il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute verificherà il ritiro.

Questo particolare lotto di antidolorifico FASTUM gel, dunque, non deve essere utilizzato. Ricordiamo che il farmaco è indicato per il trattamento locale di stati dolorosi e flogistici di natura reumatica o traumatica dei muscoli, tendini, articolazioni e legamenti. Il gel va applicato dalle tre alle quattro volte al giorno (2/4 g) frizionando leggermente un’area di 400/800 centimetri quadrati.

Stessa posologia per gli adolescenti da 14 a 18 anni mentre i bambini al di sotto dei 14 anni non dovranno usare il prodotto non essendoci dati sull’efficacia e la sicurezza dell’antidolorifico per i più piccoli. Non devono usare FASTUM gel i pazienti che hanno avuto attacchi d’asma, orticaria, riniti acute dopo aver assunto farmaci antinfiammatori non steroidei né le donne in gravidanza o in allattamento.

Leggi anche >>> Nuovi richiami alimentari: alto rischio per la salute, lotti e marche

Lascia un commento


Impostazioni privacy