Le app che devi avere sul tuo smartphone se guidi un’auto elettrica

Le app per auto elettrica promettono di semplificare la vita ai proprietari di detti veicoli, ma occhio ad alcuni dettagli che fanno la differenza. 

Smartphone in abitacolo di automobile
Quali app avere nel cellulare per ottimizzare l’uso dell’auto elettrica? (Pixabay)

Riduzione delle emissioni (gas di scarico nocivi) e della dipendenza dai combustibili fossili, silenziosità del motore, sostenibilità ambientale, costi operativi inferiori rispetto alle auto tradizionali a combustione interna (benzina o diesel) e manutenzione semplificata, sono fattori che orientano sempre più verso le auto elettriche.

Oggi i guidatori sono ulteriormente agevolati da app auto elettrica ad hoc, che mirano a fornire una serie di funzionalità utili e ideate per facilitare l’utilizzo e la gestione di un veicolo elettrico. Di seguito vedremo quali sono e cosa sapere prima di installarne ed utilizzarne una sul proprio cellulare. I dettagli.

Indice dei contenuti

Perché installare queste app sei hai un’auto elettrica

Un’app per l’auto elettrica include una serie di funzionalità di supporto all’automobilista, come ad es. il monitoraggio dello stato di carica della batteria del mezzo. Ciò permetterà al patentato di programmare i percorsi di viaggio in tutta sicurezza, evitando rischi di restare appiedato.

Soprattutto un grande vantaggio delle app di questo tipo è dato dalla indicazioni in merito alle stazioni di ricarica nelle vicinanze, dettagliando altresì dati supplementari quali i costi, lo stato di occupazione della stazione di ricarica e il tipo di connettore utilizzabile.

Le mappe, inoltre, sono un elemento di rilievo. Infatti alcune app permettono di organizzare percorsi ottimizzati per auto elettriche, sulla scorta di quante stazioni di ricarica sono disponibili nel tragitto. La funzione di pianificazione del percorso è dunque in grado di favorire una guida più efficiente e serena.

Non solo. Vi sono app per auto elettriche che permettono il controllo da remoto del veicolo, ossia aventi la funzionalità extra di controllare – a distanza – alcuni aspetti del veicolo green, come ad es. l’avvio del riscaldamento o del condizionamento dell’abitacolo, la programmazione della ricarica o la localizzazione del mezzo in ipotesi di smarrimento.

Dette applicazioni pertanto si rivolgeranno in particolare a chi fa un uso continuativo o prolungato dell’auto elettrica, nel corso della settimana o del mese. Oggi peraltro sulle auto elettriche vi sono interessanti incentivi.

Le app più funzionali per chi ha un’automobile elettrica

Prima di indicare le app più interessanti, presenti sul mercato, bisogna partire da una precisazione: tenere un’auto elettrica comporta doti di organizzazione e di pianificazione. Non a caso, non esiste una sola applicazione perfetta e molto probabilmente non esisterà un’app auto elettrica universale, nel prossimo futuro.

Piuttosto ne sono disponibili differenti, e ciascuna utile a soddisfare distinte esigenze di ricarica, di programmazione del tragitto e di gestione dell’auto elettrica. Vediamo le più importanti.

Enel X JuicePass

Tra le più note ed utilizzate abbiamo sicuramente Enel X JuicePass, che consente di gestire la ricarica del veicolo elettrico dalla propria abitazione, con la wallbox JuiceBox, o anche in città attraverso le colonnine Enel X.

Disponibile per Android e iOS, è assai utile perché consente di accedere ad una rete di centinaia di migliaia di stazioni di ricarica. Detta applicazione non indica solamente la posizione delle stazioni di ricarica ma dà altresì la possibilità di compiere il pagamento, di controllare la disponibilità nei punti di ricarica e di verificare lo stato di quest’ultima.

Be Charge

C’è poi Be Charge, ossia l’app auto elettrica di Plenitude con cui si può accedere a migliaia di punti di ricarica proprietari, insieme a tantissimi di altri operatori accessibili. Intuitiva e di agevole utilizzo, Be Charge permette all’utente di cercare le colonnine per potenza, con i pagamenti che si compiono collegando una carta di credito all’app.

NextCharge

NextCharge, invece, è un’altra app che merita considerazione, in quanto consiste in un servizio di roaming per i punti di ricarica dei veicoli elettrici. Compresa una funzione mappa che permette di conoscere quali sono tutte le colonnine disponibili nelle vicinanze.

Il produttore spiega che per accedere al network e ricaricare è possibile usare la card o l’app proprietaria. Nel nostro paese permette di utilizzare le colonnine di Be Charge, Enel X, Ionity, Neogy e a quelle di altri operatori. Non solo. Con detta applicazione l’utente può visionare le tariffe, scegliere i vari metodi di pagamento, avviare la ricarica e verificare il dettaglio della spesa.

A Better Routeplanner

A Better Routeplanner (ABRP) non è un’applicazione per ricaricare ma è fondamentale per pianificare un viaggio. Come spiega il produttore, si tratta di un apprezzatissimo servizio per pianificare i tragitti con veicoli elettrici.

Sarà sufficiente selezionare il modello del mezzo e inserire la destinazione, per ottenere un piano di viaggio completo che includa soste di ricarica e durata del viaggio. L’utente può anche cambiare gli orari, percentuali di ricariche, velocità, e altri parametri. L’app auto elettrica in oggetto può essere scaricata insieme ad una di quelle viste sopra.

Come scegliere l’app giusta per te?

Quali sono le tue esigenze e quali funzionalità contano di più nel viaggio con l’auto elettrica? Dovrai rispondere a queste domande, per capire di quale o di quali app dotarti per viaggiare in piena comodità – e con un mezzo rispettoso dell’ambiente.

Come accennato sopra, queste app permettono di monitorare con precisione lo stato della carica della batteria e stimare l’autonomia residua, ma anche di pianificare il viaggio ed ottimizzarlo – tenendo conto della disponibilità delle stazioni di ricarica lungo il percorso.

Altre app per auto elettrica forniscono indicazioni alle stazioni di ricarica più vicine, indicando altresì informazioni aggiuntive come il tipo di connettore disponibile, i costi e lo stato di occupazione della stazione. Altre ancora permettono il controllo da remoto del mezzo.

Ma non è finita qui: anche il consumo energetico, il monitoraggio delle prestazioni e l’integrazione con i servizi di pagamento – che permettono all’utente di pagare via app la ricarica del mezzo, senza bancomat o carta di credito – sono elementi che giocano a favore di detti innovativi strumenti per cellulare.

Le funzionalità extra per chi guida un’auto elettrica

Visto che, come abbiamo detto sopra, non esiste ancora un prodotto universale, potresti scaricare una combinazione di applicazioni che consentono di ricaricare, programmare e gestire l’auto elettrica. Si tratta infatti di app che offrono più funzionalità complementari.

Ad esempio potrà certamente servirti l’app del fornitore, con la più estesa copertura nell’area o regione in cui abiti o lavori, ad es. Enel X JuicePass o BeCharge. Inoltre, potrebbe servirti una ulteriore app per i tragitti lunghi, come Free to X o Ionity, ma anche un prodotto che ti permetta eventualmente l’accesso a qualunque operatore, anche internazionale, come ad es. la citata NextCharge.

Non solo. I proprietari di un’auto elettrica faranno bene altresì a scaricare un’applicazione che consenta di programmare un viaggio lungo in modo preciso. Tra le alternative abbiamo Power Cruise Control, che consente di sapere con precisione la quantità di energia disponibile, oppure la succitata A Better Routeplanner. Queste app sapranno fornire dati molto accurati, anche con una precisione maggiore di quella del computer di bordo.

Lascia un commento


Impostazioni privacy