Farmaci contraffatti e come riconoscerli, le autorità informano come fare

Una delegazione libica ha seguito un corso di 20 ore su le competenze dell’autorità italiana sulla vigilanza dei farmaci contraffatti.

Un delegazione di 10 funzionari delle istituzioni libiche ha preso parte a un corso di formazione nell’ambito del protocollo d’intesa tra Carabinieri NAS e Agenzia delle dogane e dei monopoli (ADM).

Formazione su farmaci contraffatti delegazione libica
Farmaci contraffatti (informazioneoggi.it)

Il corso di formazione aveva la scopo di far conoscere le competenze delle autorità italiane in materia di vigilanza e controllo dei prodotti. Tra gli argomenti anche le procedure sanitarie per l’invio dei farmaci ai paesi terzi e i sistema di controllo e tracciabilità dei farmaci. Il tutto per evitare l’aumento dei farmaci contraffatti.

Farmaci contraffatti: delegazione libica per seguire corso di formazione promosso da Carabinieri NAS e ADM

L’AIFA, Agenzia italiana del farmaco, ha diffuso un opuscolo in cui spiega cosa sono i farmaci contraffatti. In poche parole, si tratta di “prodotti la cui etichetta riporta informazioni ingannevoli sul contenuto e sull’origine del farmaco”.

Negli ultimi anni la contraffazione dei medicinali è cresciuta, tanto che appare spesso tra i fatti di cronaca. Purtroppo però le informazioni sull’argomento sono sempre poco attendibili e superficiali.

Nello specifico, bisogna sapere che la contraffazione di medicinali è un crimine che reca un danno non solo al “marchio commerciale” ma anche alla salute di un individuo o di una comunità. Anzi, se il farmaco contraffatto è tra quelli considerati salvavita, può aumentare la causa di decessi.

La contraffazione dei farmaci può interessare sia i farmaci di marca sia quelli più generici, anche se dipende dal mutare dei mercati e da eventi imprevisti.

Anche l’Arma dei carabinieri ha prodotto un opuscolo dal titolo “Farmaci contraffatti: evitarli è facile” con il patrocinio dei ministeri del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali. Nel dépliant ci sono le buone pratiche affinché si acquistino farmaci non contraffatti e per riconoscere quelli autentici

Inoltre, qualche giorno fa si è svolto un corso di formazione destinato a funzionari della delegazione libica a cura dei Carabinieri NAS e dell’ADM. Il corso si è tenuto dal 6 al 9 febbraio 2024 ed è durato in totale 20 ore durante il quale sono stati trattati diversi argomenti tenuti da esperti ADM, AIFA, Carabinieri, Guardia di finanza e ministero della Salute.

Di particolare interesse la giornata dell’8 febbraio: i 10 funzionari libici e alcuni funzionari delle dogane hanno visitato il Comando dei Carabinieri per la tutela della salute. Durante la visita gli esperti hanno parlato dell’expertise, delle modalità di azione e delle competenze istituzionali dei carabinieri NAS. Ovvero, le procedure da utilizzare per contrastare la contraffazione dei farmaci sia a livello nazionale sia a livello internazionale.

Questo incontro ha consentito di arricchire la formazione di molte persone ma anche di rafforzare la cooperazione con i Paesi del Mediterraneo.

Lascia un commento


Impostazioni privacy