Fai questo lavoro? Vai in pensione prima e anche senza limiti di età, l’opzione da sfruttare subito

Oggi i lavoratori hanno diverse possibilità di andare in pensione, e alcune categorie possono anticiparla anche di diversi anni.

Sicuramente l’APE Sociale è una formula interessante che permette di andare in pensione prima rispetto alle altre formule previste dalla Legge Fornero.

chi può andare in pensione prima
Alcuni lavoratori possono andare in pensione prima e senza limiti di età – InformazioneOggi.it

Naturalmente e purtroppo non tutte le categorie di lavoratori possono accedere a questo sistema, ma con la recente norma aggiornata ci sono più possibilità. Ecco per chi e come fare a presentare la domanda.

Se appartieni a queste categorie di lavoratori sei fortunato, puoi andare in pensione prima

APE è una sigla che sta per “anticipo pensionistico”; la formula offre la possibilità di andare in pensione prima a chi ha 63 anni e 5 mesi (prima erano sufficienti 63 anni) se si rispettano determinati requisiti.

Chi rientra in questo benefit, riceve dell’INPS un assegno mensile per 12 mesi, pari alla pensione certificata al momento della richiesta da parte del contribuente, anche se c’è un tetto massimo di 1500 euro lordi.

Solamente alcuni lavoratori possono fare la richiesta all’INPS, che va presentata per quanto concerne il 2024 entro i termini di scadenza seguenti: 31 marzo 2024, 15 luglio 2024, ed entro e non oltre il 30 novembre 2024. In caso di risposta affermativa da parte dell’INPS, il richiedente dovrà presentare la domanda tramite il patronato Inca Cgil.

L’APE sociale spetta a:

  • i disoccupati che hanno 30 anni di contributi, senza ammortizzatori;
  • lavoratori che hanno 30 anni di contributi e assistono un familiare (di 1° o 2° grado) disabile grave;
  • lavoratori con 30 anni di contributi che sono dichiarati invalidi con percentuale pari o superiore al 74%;
  • chi ha svolto i cosiddetti lavori pesanti e ha maturato 36 anni di contributi;
  • i lavoratori edili che hanno maturato 32 anni di contributi;
  • le mamme lavoratrici che maturano i contributi considerando 1 anni in meno per ogni figlio, con massimo di 2 anni.

Dunque chi lavora nel comparto edile ha più vantaggi rispetto a colleghi che pure svolgono attività lavorative usuranti. Sempre per quanto riguarda i lavoratori edili ci sono altre possibilità di andare in pensione prima. Infatti possono accedere alla Quota 41 prevista per i precoci. In pratica possono andare in pensione a qualunque età, purché abbiano maturato 41 anni di contributi e almeno uno di questi deve essere stato versato prima dei 19 anni di età.

Ecco che per fortuna alcune categorie di lavoratori possono accedere alla pensione un po’ prima degli altri, anche se ovviamente si tratta di vantaggi abbastanza irrisori. Bisogna ricordare, infatti, che tutti gli anni di contributi da conteggiare devono essere pieni.

Lascia un commento


Impostazioni privacy