Dal BTP Italia al BTP Valore (e non solo): tante le opportunità per investire in titoli di Stato nel 2024

Nel 2024 saranno tanti i titoli di Stato tra cui scegliere e alcuni hanno incontrato un grande favore tra gli investitori. Ecco quali sono.

Dopo aver concluso le aste del 2023, il ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) tramite il Dipartimento del Tesoro, ha pubblicato il calendario annuale delle emissioni 2024, relativo ai titoli di Stato.

I BTP su cui investire nel 2024
Ecco i titoli di Stato su cui investire nel 2024 (informazioneoggi.it)

Il comunicato stampa numero 182, e pubblicato sul sito del MEF il 22 dicembre 2023, rendeva noto anche la pubblicazione delle Linee guida della gestione dell debito pubblico e il Programma di emissione per il primo trimestre. Scopriamo quali novità gli investitori potranno trovare nel 2024.

BTP Italia, BTP Valore, BTP Green e tanti altri titoli di Stato: ecco le opportunità per gli investitori

Il 2024 è iniziato da poco e per gli investitori sono già tante le novità. La prima è l’asta dei BOT il cui collocamento si è tenuto il 10 gennaio e che si è conclusa con il prezzo di aggiudicazione fissato a 96,601. Inoltre, sono stati collocati tutti i titoli offerti (8 miliardi di euro l’ammontare complessivo) ma il rendimento scende sotto il 3,5%.

La seconda novità è la comunicazione dell’annullamento dell’asta dei titoli medio-lungo, ovvero BTP a 7 anni e la riapertura del BTP a 30. Nello specifico, questi titoli sono stati collocati dopo che il ministero dell’Economia e delle Finanze aveva dato mandato ad alcune banche tramite sindacato. Ne avevamo parlato nel seguente articolo: Asta BTP medio-lungo termine: cambia tutto e si perde una preziosa occasione.

Gli investitori non devono disperarsi se hanno perso l’opportunità di acquistare titoli durante queste aste perché tante sono le possibilità di investire denaro.

Infatti, secondo il MEF tante saranno le occasioni nel 2024 perché quest’anno il Tesoro dovrà collocare sul mercato titoli per un ammontare compreso tra 340 e 360 miliardi di euro.

Le principali emissioni riguarderanno i tradizionali titoli di Stato come i BOT (molti saranno in scadenza) e BTP, di cui 4 nuove emissioni più un nuovo BTP Short Term. Senza contare le riaperture dei titoli in circolazione.

Oltre a questi, il Tesoro può contare anche su strumenti che hanno riscosso l’attenzione degli investitori:

  • BTP Italia, indicizzati all’inflazione, che continuano a proteggere gli italiani contro il caro vita (ricordiamo che due BTP Italia verranno a scadere proprio quest’anno);
  • BTP Valore, con cedole crescenti nel tempo, destinato ai piccoli risparmiatori ha raccolto nel 2023 in due soli collocamento circa 35 miliardi di euro;
  • BTP Green i cui proventi servono a finanziare progetti di investimento legati alla transizione ecologica.

Precisiamo che i suddetti titoli potranno essere emessi a prescindere da ciò che è indicato nel calendario perché saranno collocati con modalità diverse dai titoli tradizionali.

Lascia un commento


Impostazioni privacy