BTP Valore: sarà emesso anche nel 2024, le ultime previsioni sono positive e anche i futuri rendimenti

Il BTP Valore è un titolo di Stato emesso la prima volta nel 2023. Destinato ai piccoli investitori, ha ottenuto un grande successo.

I BTP Valore sono Buoni del Tesoro poliennali, quindi titoli di Stato a medio-lungo termine. Sono stati collocati la prima volta sul mercato retail dal 5 al 9 giugno 2023 (scadenza giugno 2027) e poi dal 2 al 6 ottobre 2023 (scadenza ottobre 2028).

BTP Valore: ci sarà nel 2024?
BTP Valore: emissione anche nel 2024? (informazioneoggi.it)

A differenza dei BTP tradizionali, i BTP Valore hanno cedole crescenti calcolate su tassi prefissati che aumentano con l’avvicinarsi della scadenza del titolo. Inoltre, per gli investitori che detengono il titolo fino alla scadenza è previsto un premio fedeltà.

Molti investitori si chiedono se anche nel 2024 ci sarà l’asta di questo titolo di Stato così speciale.

Il BTP Valore sarà emesso anche nel 2024? Gli investitori privati lo sperano

Il 22 dicembre il ministero dell’Economia e delle Finanze ha pubblicato un comunicato stampa contenente il calendario annuale delle aste 2024, il Programma del primo trimestre 2024 e le Linee guida della gestione del debito pubblico 2024.

All’interno di quest’ultimo documento, un capitolo è dedicato ai titoli destinati ai risparmiatori retail: BTP Italia, BTP Futura e BTP Valore.

Riguardo a quest’ultima famiglia di titoli di Stato dedicati esclusivamente agli investitori individuali, il MEF afferma che laddove si riscontrino necessità di finanziamento, il Dipartimento del Tesoro valuterà l’opportunità di uno o più emissione. Come al solito, le comunicazioni ufficiali e dettagliate saranno pubbliche almeno un mese prima. I comunicati conterranno la scadenza del titolo, la periodicità delle cedole, i tassi di queste ultime e del premio fedeltà.

La stessa tipologia di comunicazione sarà riservata anche per gli altri titoli “speciali” che, ricordiamo, saranno collocati direttamente sulla piattaforma MOT (Mercato elettronico regolamentato da Borsa Italiana). La raccolta degli ordini sarà supportata dalle banche dealer scelte dal Tesoro e dagli operatori Specialisti in titoli di Stato.

Inoltre, il MEF ricorda che “mentre per il BTP Italia è normalmente prevista una fase di emissione ad hoc separata e successiva per gli investitori istituzionali, per il BTP Valore e Futura, trattandosi di un titolo riservato esclusivamente ai risparmiatori individuali e affini, questa fase non sarà prevista”.

nello stesso documento il MEF ha dichiarato che nel 2023 il totale delle due emissioni di BTP Valore è stato pari a oltre 35 miliardi di euro. Nel dettaglio:

  • il BTP Valore con scadenza giugno 2027 ha ottenuto richieste per 18,19 miliardi di euro;
  • il BTP Valore con scadenza ottobre 2028 ha ottenuto ordini per 17,19 miliardi di euro.

Lascia un commento


Impostazioni privacy