Iliad e Vodafone, la proposta di fusione: i dettagli e cosa cambierebbe per l’utenza

Novità importanti nel settore del telecomunicazioni, com una proposta di fusione avanzata dal Gruppo Iliad a quello Vodafone: i dettagli da sapere

Arrivano rilevanti novità a proposito di una importante offerta, da parte del Gruppo Iliad, al Gruppo Vodafone, riguardo la possibile fusione delle attività in Italia. Si tratta di una mossa il cui scopo è quello di costituire, attraverso joint venture, un nuovo leader nell’ambito delle telecomunicazioni, nel Paese. Innovazione ed esperienza degli utenti rivoluzionari, ciò a cui si punta, andando ad unire ciò che le due realtà hanno da proporre.

Proposta di fusione Iliad - Vodafone: i dettagli e cosa potrebbe accadere
Iliad e Vodafone, proposta di fusione: i dettagli – informazioneoggi.it

 

Un aspetto innovativo di non poco conto e legata ad una struttura finanziaria complessa, la quale prevede scambi di capitali e di finanziamenti. Attraverso tale mossa, supportata dal Consiglio d’amministrazione Iliad e Xavier Niel, si punta alla creazione di una entità combinata forte rispetto al mercato della Penisola.

Entrando più nei dettagli, tale proposta di fusione valuta Vodafone Italia 10.45 miliardi di euro. Propone a Vodafone il cinquanta per cento del capitale sociale della nuova società, la NewCo. Inoltre, un pagamento pari a 6.5 miliardi di euro ed un finanziamento soci da 2 miliardi di euro. Anche Iliad Italia, valutata a 4.5 miliardi di euro, riceverebbe il cinquanta per cento del capitale sociale della società, con un pagamento aggiuntivo e un finanziamento soci. Si tratta di una struttura ideata per garantire un allenamento nel tempo tra due attori.

Proposta di fusione Iliad – Vodafone: cosa potrebbe cambiare per l’utenza

Se avesse luogo la fusione tra due realtà importanti quali Iliad e Vodafone, ciò potrebbe trasformare il mondo delle telecomunicazioni nel Paese. Una sinergia che il Gruppo Iliad vedrebbe come catalizzatore per la transizione digitale in Italia, soprattutto rispetto all’adozione della fibra ottica. Così come, la fusione potrebbe dar vita a rilevanti sinergie annuali in merito ad operazioni e spese in conto capitale, impattando positivamente sul profilo finanziario dell’entità combinata.

Si tratta chiaramente di una fase esplorativa con l’avanzamento della proposta dal Gruppo Iliad, la quale sarà valutata da quello Vodafone. Un’eventuale fusione che si potrebbe paragonare a quanto avvenuto con WindTre, dove è stato necessario qualche anno prima di giungere ad un definitivo assetto. Non si può sapere ad oggi se uno dei brand avrebbe la meglio sotto l’aspetto commerciale consumer, o se convivrebbero con offerte distintive.

In ogni caso, occorrerebbe comunque attendere l’avallo da parte dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. Qualora arrivasse esito affermativo, potrebbe essere riaperto il settore ad un nuovo concorrente, per tenere l’equilibrio nel mercato in termini di competitività. Da parte del Gruppo Vodafone è giunta una dichiarazione in cui si “prende atto dell’annuncio odierno di Iliad” per quanto concerne la proposta di fusione.

Si legge che in modo coerente con le precedenti dichiarazione, Vodafone è favorevole al consolidamento del Mercato all’interno dei Paesi dove non si riesce ad avere un adeguato ritorno sotto l’assetto del capitale investito. Il Gruppo conferma l’esplorazione delle opzioni con varie parti per giungere a tale scopo in Italia, anche mediante la fusione o cessione. Viene poi spiegato che “non vi è alcuna certezza che alla fine venga concordata una transazione”, aggiungendo che qualora necessario vi sarà un altro annuncio quando opportuno.

Lascia un commento


Impostazioni privacy