Gratta e Vinci da 1 euro, il risparmio è reale o fumo negli occhi?

Comprare un Gratta e Vinci da 1 euro non è sempre conveniente. Si pensa di risparmiare ma in realtà potrebbe accadere l’esatto contrario. Scopriamo perché.

Tante persone sperano di svoltare la propria vita comprando spesso Gratta e Vinci da 1 euro. La tattica potrebbe essere errata.

Gratta e Vinci da 1 euro, è una fregatura?
Gratta e Vinci da 1 euro, è una fregatura? (Informazioneoggi.it)

L’illusione di spendere solamente un euro può trarre in inganno. I giocatori pensano di tutelare le finanze ma non è sempre così. In testa ci si ripete “costano poco, tentiamo la fortuna” e via con la giocata pensando di essere furbi e di non mettere in pericolo i proprio risparmi. Ma un euro oggi, un euro domani la somma spesa potrebbe diventare onerosa soprattutto se la vittoria non arriva nemmeno per recuperare quei cento centesimi.

Tante persone vanno in tabaccheria per un acquisto di qualsiasi tipo e decidono di investire l’euro di resto in un Gratta e Vinci. “Che sarà mai 1 euro davanti alla possibilità di vincente in denaro più alte” è ciò che pensano i cittadini. Una cifra esigua, che non cambia la vita contro il sogno di arricchirsi e riempire il conto in banca con somme extra. Tale ragionamento si rivela sbagliato e a presentare l’amara verità è la statistica.

Gratta e Vinci da 1 euro: costano poco ma c’è un motivo

Se un tagliando costa molto poco è perché le opportunità di vincita sono bassissime. Sperare di vincere realmente 10 mila euro giocando 1 euro è più che altro un’illusione alimentata dal fatto che il costo iniziale è apparentemente esiguo.

Apparentemente perché, come detto, giocando oggi e giocando domani gli euro si accumulano diventando somme sostanziose a fronte di zero vittorie e ricavi. Per convincersi di quanto sia inopportuno comprare un tagliando da un euro dobbiamo fare affidamento alla statistica.

Prendiamo uno dei Gratta e Vinci da 1 euro in circolazione. Un biglietto ogni 10,20 è vincente per premi dai tre euro in su. Può sembrare una condizione accettabile ma in realtà 10 è un numero molto alto se confrontato con altri tagliandi che costano di più come, ad esempio, Vinci in Grande. Ha un valore di 25 euro ma la giocata vincente accade ogni 4,03 volte.

Prima di scegliere come investire il proprio denaro, dunque, è consigliabile approfondire le statistiche di vittoria legate ad ogni tagliando. Si scoprirà che optando per Gratta e Vinci del valore di 1 euro o poco più si rischia di gettare al vento i propri soldi date le più esigue possibilità di vincite. Meglio accumulare le monetine in casa e una volta raggiunto un importo più alto scegliere un tagliando che dia più possibilità di recuperare la somma investita.

Lascia un commento


Impostazioni privacy