Fine del mercato tutelato: le conseguenze sulle bollette di luce e gas potrebbero essere devastanti

Addio al mercato tutelato da gennaio. Quali sono le operazioni da effettuare per non rischiare di ricevere bollette più elevate?

Tra il 1° e il 10 gennaio 2024 non sarà più possibile beneficiare del mercato tutelato, con tariffe di luce e gas stabilite dall’ARERA (l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente), che proteggono gli utenti da eventuali innalzamenti sconsiderati dei prezzi.

mercato tutelato gas energia
Effetti della fine del mercato tutelato – InformazioneOggi.it

Con la fine del mercato tutelato, invece, ogni utente dovrà gestire in maniera differente le forniture di luce e gas perché sarà obbligato a scegliere un fornitore di energia del mercato libero. Questo prevede, senza dubbio, una maggiore responsabilità per il consumatore, ma anche la possibilità di esaminare tutte le offerte disponibili e valutare quelle più convenienti.

A tal fine, possono essere utilizzati gli strumenti offerti da ARERA, per effettuare la scelta in maniera più ponderata. È, infatti, importante che gli utenti conoscano tutti i rischi legati alle proprie scelte. Da gennaio a marzo, l’ARERA provvederà ad indire aste per la selezione di nuovi operatori energetici a cui verranno assegnati, a scaglioni, i consumatori.

Stop al mercato tutelato: perché è importante scegliere il fornitore? Tutte le conseguenze

Se, al termine del mercato tutelato, i consumatori non hanno scelto il fornitore di luce e gas, vengono predisposte le procedure volte ad assicurare la continuità del servizio.

Per la fornitura di luce, si verrà trasferiti in automatico al Servizio a Tutele Graduali (STG), in cui le condizioni sono fissare dall’ARERA. Se, poi, i clienti trovano un’offerta più vantaggiosa nel mercato libero, possono cambiare gestore.

Per la fornitura di gas, invece, per chi non sceglie il fornitore è previsto il passaggio in un regime transitorio detto “Placet“, con il gestore attuale. Le condizioni contrattuali Placet sono decise dall’ARERA e, quindi, sono uguali per tutti i fornitori. Al contrario, il prezzo delle offerte Placet è scelto dai singoli gestori e, quindi, ci saranno una serie di alternative sul mercato.

La peculiarità delle offerte Placet è la flessibilità nei prezzi. Gli utenti possono optare per due soluzioni: prezzo bloccato per un anno oppure prezzo variabile (in tale ipotesi, il prezzo può cambiare a seconda delle condizioni di mercato).

Per una maggiore consapevolezza nella scelta dei fornitori di luce e gas, elenchiamo i più conosciuti: Enel Energia, Eni Plenitude, HERA, A2A Energia, Edison Energia, IREN Mercato. Ciascuna azienda ha le proprie caratteristiche e, dunque, la scelta va compiuta tenendo conto delle proprie esigenze e delle preferenze relative al consumo energetico e alla sostenibilità ambientale.

Impostazioni privacy