Cinque infusi, tisane e decotti che fanno bene al cuore e sono molto piacevoli

I grandi farmaci cardiologici provengono dalle piante. In piccole dosi, questi principi attivi stimolano il cuore. 

La natura ci offre delle sostanze che hanno delle proprietà curative davvero incredibili. Oggi vogliamo parlare di tisane che fanno bene al cuore. Anche se si tratta di sostanze naturali, in caso di sovradosaggio, possono rivelarsi estremamente tossiche. Molte altre piante, fortunatamente, possono essere adottate senza rischi.

Infusi e tisane alleate del cuore
Infusi e tisane alleate del cuore – InformazioneOggi.it

Scopriamo quali sono le piante che se usate per preparare un infuso o una tisana, offrono al nostro apparato cardiaco un significativo aiuto, che gli permette di prevenire le malattie cardio-vascolari (la principale causa di morte nel mondo Occidentale).

Infusi e tisane alleate del cuore

Il biancospino sostiene il muscolo cardiaco. A quanto pare questo arbusto spinoso è davvero apprezzato in ambito erboristico, infatti, è utilizzato quasi tutto: bacche rosse, sommità fiorite bianche e boccioli. Contiene polifenoli e triterpeni dalle proprietà antiossidanti, ma soprattutto stimolanti per il cuore. Il biancospino è anche in grado di regolare la frequenza cardiaca.

Gli estratti di biancospino vengono scelti nei casi di insufficienza cardiaca moderata, in aggiunta ai farmaci tradizionali. Questo arbusto ha delle proprietà che gli permettono di diminuire il battito cardiaco. Per questa ragione viene utilizzato volentieri in caso di palpitazioni accompagnate da ansia con espressione toracica, cioè con oppressione al petto e sensazione di mancanza d’aria.

Si assume sotto forma di estratto liquido di piante fresche o di estratto secco, in porzioni di 600-800 mg al giorno in due dosi, ad esempio una al mattino e una alla sera. Poiché la pianta non è tossica, il trattamento può essere prolungato per diversi mesi.

Molti studi indicano che anche l’oliva (e il suo olio) riduce il rischio cardiovascolare. In particolare, le maggiori proprietà si trovano nella foglia che ospita flavonoidi, triterpeni e principi attivi – i secoiridoidi – leggermente ipotensivi e ipolipemizzanti.

Le foglie di olivo possono stabilizzare l’ipertensione precoce legata al sovrappeso o alla sindrome metabolica (sovrappeso, diabete, trigliceridi alti e/o ipertensione). Oltre, ovviamente, agli interventi dietetici e alla ripresa dell’attività fisica.

Infine, c’è la melissa. Confusa talvolta con la verbena o la citronella per l’odore, l’ortica o la menta per l’aspetto delle sue foglie, la melissa merita di essere notata. Le sue foglie contengono acido rosmarinico ansiolitico e triterpeni, tonicizzanti e antiaritmici. Grazie a questi principi attivi, la melissa riduce lo stress e regola la frequenza cardiaca.

Gli ultimi due infusi

Una recente ricerca ha individuato un’altra bevanda che è un toccasana per il cuore: l’infuso alle foglie di alloro. Questa bevanda ha effetti positivi sulla salute cardiovascolare in soggetti sani. Consumare un infuso di 5 g di foglie di alloro essiccate in 100 ml di acqua bollita una volta al giorno per dieci giorni determian il miglioramento dei marcatori lipidici nel sangue.

Un’altra tisana che fa bene al cuore è l’infuso all’ortica. L’ortica viene utilizzata fin dalla notte dei tempi. Le loro foglie venivano consumate durante le carestie per le loro qualità nutritive e la loro ricchezza di minerali.

Impostazioni privacy