L’EMA autorizza il vaccino Pfizer contro il virus respiratorio che colpisce i bambini, i dettagli

In arrivo un’ottima notizia: via libera al vaccino Pfizer contro il virus respiratorio che colpisce bambini e anziani.

L’Agenzia europea per i medicinali (EMA) è un ente dell’Unione europea che controlla la sicurezza dei farmaci, protegge e promuove la salute dei cittadini.

Vaccino Pfizer contro virus respiratorio sinciziale
In arrivo vaccino contro virus respiratorio (informazioneoggi.it)

Ogni anno l’EMA valuta quali medicinali possono autorizzati nelle Stati membri dell’Unione Europea, senza, però, sostituirsi al lavoro che svolgono le agenzie dei singoli paesi, come AIFA, Agenzia italiana del farmaco. Recentemente ha approvato un vaccino contro un virus respiratorio utile a molti cittadini. Scopriamo di cosa si tratta.

Vaccino Pfizer contro il virus respiratorio sinciziale: via libera da parte dell’UE

Un comunicato della Pfizer, colosso farmaceutico statunitense, rende noto che l’EMA ha autorizzato la commercializzazione di un vaccino contro il virus respiratorio sinciziale (RSV). Tale farmaco, denominato ABRYSVO, servirà per proteggere sia i neonati sia gli anziani che soffrono della suddetta malattia.

In pratica, si tratta di un virus respiratorio molto comune che infetta le basse vie respiratorie e causa sintomi simili a un comune raffreddore. Di solito, la guarigione avviene dopo una o due settimane. Però, i sintomi si complicano se le persone infette soffrono di malattie polmonari, cardiache o di diabete.

Il vaccino sarà utile soprattutto a prevenire le gravi conseguenze dell’RSV e a ridurre il ricovero negli ospedali. Infatti, secondo alcuni dati forniti dalla stessa casa farmaceutica, in Europa circa 245mila ricoveri ospedalieri all’anno sono associati a questa malattia. La maggior parte dei ricoverati sono bambini di età inferiore ai cinque anni.

Però, anche i dati riguardanti le persone adulte non sono confortanti. In effetti, l’ESV provoca circa 270mila ricoveri ospedalieri e circa 20mila decessi tra i soggetti di età pari o superiore a 60 anni.

Infine, ABRYSVO è un vaccino valido in tutti i 27 Stati membri dell’UE, oltre che in Islanda, Liechtenstein e Norvegia. «Non vedo l’ora di vedere gli Stati membri iniziare a utilizzare questo primo vaccino come parte delle loro campagne di vaccinazione nazionali» ha dichiarato con entusiasmo la commissaria Ue per la Salute Stella Kyriakides.

Impostazioni privacy