Il Virus E-11 variante del Coronavirus sta causando decessi in Europa, cosa succederà adesso?

Negli ultimi due anni è aumentata l’incidenza di decesso tra i neonati a causa di un virus, chiamato E-11. 

I dati divulgati dal Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie (Ecdc) sui decessi avvenuti in Europa e anche in Italia non sono rassicuranti.

virus e-11 decesso tra i neonati
Il Virus E-11 è responsabile di un aumento del decesso tra i neonati – InformazioneOggi.it

Dal 2022 allo scorso 17 luglio 2023, si sono registrati 19 casi di infezione da Virus E-11 tra i neonati. Di questi, 3 in Italia, 9 in Francia, 2 in Croazia, 4 in Svezia, 2 in Spagna e 2 nel Regno Unito. Lo comunica anche ANSA in un recente articolo.

Le infezioni gravi sono aumentate nel corso degli anni, e adesso c’è un monitoraggio più attento. Ma che cos’è questo virus che può uccidere i bambini? Si tratta di qualcosa di già noto, ma non per questo di meno pericoloso.

Cos’è il virus E-11, come si trasmette e perché può causare il decesso tra i neonati

L’E-11 è una variante di Coronavirus, si tratta di un tipo di enterovirus che causa malattie respiratorie. Fa sempre parte della famiglia dei virus influenzali ma ultimamente si è scoperto che è molto “aggressivo” nei soggetti giovanissimi o appena nati.
malattie respiratorie
Gli enterovirus possono causare gravi forme di malattie respiratorie – InformazioneOggi.it
Come altri virus del genere, si propaga per vie aeree, fecali, e la contaminazione può avvenire anche durante il parto. Le infezioni gravi sono per fortuna rare, ma quando capitano mettono a rischio la vita del soggetto.
Generalmente, infatti, il Virus E-11 causa sintomi simili alla comune influenza, i cui più lievi variano da febbre, mal di gola, tosse e difficoltà a respirare. Il problema è quando insorge la forma grave.
Il soggetto presenta subito una sintomatologia diversa, che può sfociare in polmonite o altre complicazioni. Nei neonati si arriva a epatite fulminante che dà sintomi di articolare irrequietezza, ittero, episodi di vomito e anche ipoglicemia. Sono stati segnalati anche sepsi, miocardite e meningite.

Come ci si protegge dagli enterovirus e dal Virus E-11?

Attualmente l’OMS ha segnalato un aumento del 30% di decessi dovuti al Virus E-11. La situazione sembra sotto controllo ma verrà ancora monitorata.

Per limitare i rischi, le misure da adottare sono le medesime applicate durante la pandemia da Covid e più in generale per evitare di diffondere le malattie.

È opportuno lavarsi spesso le mani, disinfettare le superfici, evitare il contatto con le persone malate e adottare maggiori precazioni se ci sono bambini piccoli in casa. La vaccinazione resta sempre la misura più consigliata poiché può proteggere i neonati da forme grave di meningite, una delle complicanze degli enterovirus.

Dunque in caso di dubbio è bene rivolgersi al proprio medico per ottenere le informazioni dettagliate sull’offerta vaccinale disponibile.

Impostazioni privacy