Bonus libri: straordinaria iniziativa culturale rivolta agli studenti di una Regione del sud, controlla subito e fai domanda

Il Bonus libri 2023/2024 consente agli studenti delle scuole medie e superiori di ottenere incredibili sconti. Ecco i requisiti richiesti.

Una Regione del Sud Italia ha ideato una splendida iniziativa, rivolta agli studenti iscritti alle scuole di istruzione secondaria di primo e secondo grado.

buoni acquisto libri
Gli studenti possono richiedere buoni per comprare libri di testo – InformazioneOggi.it

I ragazzi hanno la possibilità di usufruire di buoni da spendere per acquistare libri di testo.

Con apposita deliberazione di Giunta regionale sono stati fissati i criteri per l’assegnazione del Bonus libri. Ci sono, infatti, specifiche modalità per richiedere il beneficio, in primis il rispetto di una soglia reddituale.

Analizziamo, nel dettaglio, la normativa e scopriamo chi può beneficiare dei contributi per comprare libri di testo.

Bonus libri 2023/2024: ecco come i ragazzi possono accedere ai voucher

La Regione Campania, con deliberazione di Giunta n. 250 ha stabilito i requisiti per l’accesso al Bonus libri, ossia a dei voucher finalizzati all’acquisto di materiale didattico, per l’anno scolastico 2023/2024.

voucher libri
La Regione Campania ha stanziato dei fondi per il Bonus libri – InformazioneOggi.it

Il contributo economico è versato dalla Regione ed è destinato alle famiglie:

  • con figli iscritti presso le scuole medie o superiori, durante l’a.s. 2023/2024;
  • che risiedono in un comune campano oppure che frequentano una scuola situata in Campania;
  • che hanno un ISEE annuo non superiore a 13.300 euro.

Per quanto riguarda il presupposto reddituale, sono due le fasce ISEE che possono richiedere i buoni libri. La prima fascia (che ha la priorità) va da 0 a 10.633 euro, mentre la seconda va da 10.633,01 a 13.300 euro.

La domanda per il Bonus libri va presentata dai genitori degli studenti che appartengono a nuclei familiari con le caratteristiche elencate. I maggiorenni, invece, possono presentare la richiesta autonomamente.

L’istanza va inoltrata al Comune di residenza o presso il quale si trova l’istituto scolastico (se non residenti in Campania). La Regione ha suddiviso le risorse finanziarie disponibili alle Amministrazioni locali. Per esempio, se lo studente va a scuola a Napoli, dovrà richiedere il Bonus libri in tale Comune, nei modi specificati dall’avviso comunale. Il discorso, ovviamente, vale anche per tutte le città.

Per reperire tutte le informazioni necessarie ai fini della domanda (come termine e modalità), bisogna consultare il sito ufficiale del Comune di riferimento oppure recarsi presso gli Uffici comunali.

La cifra che si può ottenere tramite i voucher non può essere superiore all’importo speso da ogni percettore per l’acquisto dei libri.

Quando verranno pagati i buoni?

I buoni vengono assegnati ai richiedenti sulla base di una graduatoria, cioè un elenco di beneficiari che viene stilato da ogni Comune.

Di conseguenza, per scoprire se si può ottenere il Bonus 2023/2024 bisogna verificare se il proprio nome compare nella graduatoria comunale. In ogni caso, gli interessati saranno avvertiti tramite comunicazione presso l’indirizzo indicato in fase di presentazione della richiesta.

Dopo la pubblicazione della graduatoria si procede con il pagamento. In base a quanto stabilito da ciascun Comune, il Bonus libri viene versato sotto forma di buoni virtuali, da consumare al momento dell’acquisto, oppure di rimborsi per le spese già affrontate.

Per il momento, la Regione Campania non ha ancora comunicato una data per i pagamenti; lo scorso anno sono stati effettuati il 15 ottobre e si presume che anche quest’anno avverranno non oltre tale data. Per tutti gli aggiornamenti, consigliamo di monitorare il sito della Regione Campania e attendere comunicazioni ufficiali.

Impostazioni privacy