Sanremo gonfia il conto in banca: i 5 conduttori più pagati di sempre

Ci sono conduttori più pagati di altri, e soprattutto Sanremo quest’anno ha fatto diventare alcuni dei veri Paperon de’ Paperoni.

Siamo al termine di queste 73esima edizione del Festival di Sanremo, che ci ha riservato non poche sorprese. Facciamo i conti, ma nei confronti dei cachet stellari erogati.

Sanremo
InformazioneOggi

Abbiamo visto che i vari protagonisti di questo Festival della Canzone Italiana si sono portati a casa diverse migliaia di euro, e certamente cifre quasi da capogiro. Anche se a volte molto differenti tra loro. Ricordiamo ad esempio il “divario” tra le due Chiara, ovvero la Ferragni e la simpatica attrice fiorentina Francini.

I maggiori compensi sono andati ad Amadeus, verrebbe da pensare, e invece ecco quali sono i conduttori più (stra)pagati di sempre. Con un nome di spicco che, inaspettatamente, non ha visto nemmeno una lira.

Sanremo 2023, Amadeus tra i conduttori più pagati? La risposta non è scontata

Innanzitutto dobbiamo capire come mai la RAI può pagare compensi così alti ai suoi collaboratori. Non c’è solamente la tassa a carico degli italiani tra le entrate della Tv nazionale, ma molte altre. Solamente di pubblicità, e solamente per il Festival, sembra siamo intorno ai 43 milioni di euro. Dunque ampio margine per pagare (profumatamente) tutti.

Amadeus quest’anno ha messo in tasca almeno 350 mila euro (70 mila circa a serata). Le altre co-conduttrici, invece “solamente” 25 mila euro a serata. Anche i cantanti, con una sorta di “rimborso spese” hanno ricevuto circa 48 mila euro a testa.

Se queste sembrano cifre esorbitanti, allora forse non tutti sanno che l’edizione di quest’anno del Festival aveva già previsto un budget ridotto. Solamente 17 milioni.

Nel corso della storia dei compensi dati ai fortunati conduttori al Teatro Ariston, ne troviamo diversi che hanno fatto una fortuna vera e propria. Sono i Paperon, de’ Paperoni del Festival.

12 conduttori che hanno guadagnato cifre record col Festival di Sanremo

Tra i personaggi che hanno preso cachet stellari, ne troviamo soprattutto tre. Parliamo in primis di Giorgio Panariello, che nell’edizione del 2006 ha portato a casa 1 milione di euro tondo tondo. Idem Michelle Hunziker, che ha guadagnato la medesima cifra nell’edizione dell’anno successivo. Passiamo al Festival del 2009, condotto da Paolo Bonolis: il marito di Sonia Bruganelli in quell’anno si è aggiudicato pure lui 1 milione di euro.

Scorrendo avanti nel tempo, vediamo che i cachet sono diminuiti costantemente: che la RAI risenta dell’inflazione o del caro bollette? Ad ogni modo, siamo sempre su cifre pazzesche. Nel 2011 e nel 2012, Gianni Morandi è stato pagato con 800 mila euro ogni edizione, quindi ha guadagnato 1 milione e 600 mila euro. Idem Pippo Baudo, conducendo il Festival del 2007. L’anno successivo, però, ha preso “solamente” 650 mila euro.

650 mila e 600 mila sono entrati nelle tasche rispettivamente di Fabio Fazio nel 2013 e nel 2014 e in quelle di Carlo Conti nelle edizioni 2015-2017. Scendiamo a compensi dimezzati già nel 2010 e nel 2013 e 2014, quando a condurre Sanremo ci pensarono rispettivamente Antonella Clerici e la Littizzetto. Claudio Baglioni le ha superate di poco con il cachet del 2018, con una paga da 585.000.

I conduttori che hanno guadagnato di meno, invece, sono Simona Ventura (320.000 euro nel 2004) e Piero Chiambretti, con 250.000 euro nel 2008. Infine, ricordiamo che nel 2017 Maria De Filippi non ha percepito alcun cachet: lo ha affermato lei stessa in alcune interviste.

Impostazioni privacy