Legge 104, acquistare 2 auto con esenzione del bollo auto è possibile, ma solo in questo modo

Legge 104, esiste un’eccezione che consente di poter acquistare due automobili in contemporanea, usufruendo del bollo auto e tutte le agevolazioni previste.

Lo stato italiano riserva delle agevolazioni economiche molto specifiche, per le persone affette da disabilità. Tra queste vi è ad esempio, per i titolari di legge 104, la possibilità di acquistare un automobile, potendo contare su una detrazione economica da parte del governo. 

bollo auto disabili
InformazioneOggi

Le agevolazioni economiche per l’acquisto di un’automobile, possono essere utilizzate anche dai caregiver dei disabili. A patto però che l’utilizzo principale del veicolo resti sempre quello di aiutare il disabile nei vari ambiti della vita lavorativa e sociale. Ma non solo, perché è anche possibile ottenere l’esenzione del bollo auto per questa categoria di persone. Queste agevolazione previste per i titolari di 104, prevedono però che sia possibile acquistare una sola automobile adibita a questo

Bollo auto non sempre si deve pagare 😀 incide la data per la prescrizione

Bollo auto e legge 104, ecco il caso in cui diventa possibile acquistare due automobili 

E l’automobile acquistata con questo sconto, non può essere cambiata prima dei quattro anni. Questo significa, per fare un esempio pratico, che se acquisto un’automobile con agevolazione 104, non posso prima dei 4 anni utilizzare di nuovo questo sconto economico per un nuovo acquisto. Esiste però un’eccezione prevista dalla legge. 

In alcuni casi viene infatti concesso al contribuente di poter acquistare due automobili con queste agevolazioni. Con la possibilità oltretutto, di ottenere anche in contemporanea l’esenzione dal pagamento del bollo auto. Questa eccezione prevista per il caso in cui in un nucleo familiare, ci siano contemporaneamente un genitore e un figlio affetti da disabilità. Si comprende bene come si tratta di una situazione in cui possedere due macchine può diventare indispensabile per condurre una vita normale. 

Anche perché nel caso di gravi menomazione fisiche, spesso questi veicoli devono essere adattati affinché il disabile possa guidarla. Interventi di adattamento che spesso sono molti costosi, ed è per questo che lo stato interviene con agevolazioni economiche in grado di ridurre la spesa economica a carico delle famiglie. È naturalmente indispensabile, per poter rientrare in questa eccezione, che il genitori e il figlio disabile abbiano già ottenuto il riconoscimento del loro stato di invalidità con la legge 104. Nel momento in cui questi requisiti vengono rispettati, l’acquisto di due auto con legge 104, diventa possibile.

Come funziona l’esenzione dal pagamento del bollo auto per i titolari di 104 e caregiver

Per quanto invece riguarda l’esenzione dal pagamento del bollo auto, bisogna rispettare dei requisiti per accedervi. In primo luogo al disabile deve già essere stata riconosciuta alla legge 104 o l’indennità di accompagnamento. In questo caso, ha diritto a presentare richiesta anche il caregiver del disabile. La normativa vale anche per i non vedenti, sordi e persone affette da gravi menomazioni fisiche. Attraverso queste agevolazioni inoltre, è possibile acquistare anche altre tipologie di vetture. A patto naturalmente che il loro utilizzo sia interamente direzionata all’aiuto del disabile nel quotidiano.Si possono utilizzare le detrazioni fiscali per l’acquisto di autovetture per il trasporto di persone, auto adattate per disabili, e anche in alcuni casi auto aziendali destinate a lavoratori titolari di 104. 

I limiti di cilindrata da rispettare per ottenere l’agevolazione

Rientrano nelle agevolazioni anche la motocarrozzette a due e tre ruote, e i motoveicoli a tre ruote per trasporti promiscui. Esistono però dei limiti di cilindrata da rispettare. Tutti i veicoli che superano le soglie stabilite dal governo, non possono infatti godere di queste agevolazioni per l’acquisto. Per le automobili a benzina, il massimo di cilindrata che permette l’acquisto con agevolazioni, è di 2mila cc. Nel caso delle auto a diesel, il limite è invece di 2.800 cc. 

Legge 104, esenzione dal pagamento del bollo auto: i documenti da presentare

La domanda di esenzione dal pagamento del bollo auto per i titolari di legge 104 e  caregiver, può essere presentata per via telematica. Il modulo è scaricabile ai cittadini direttamente dal sito istituzionale dell’Agenzia delle Entrate. 

Vediamo adesso quali documenti servono per poter inoltrare la richiesta. 

  • va presenta una domanda scritta di esenzione dal pagamento del bollo auto, sottoscritta e datata dall’intestatario del veicolo
  • una copia della carta di circolazione. In questa, nei casi, previsti, devono essere contenuti anche eventuali adattamenti per il disabili da effettuare sull’auto. 
  • Una copia del certificato medico rilasciato dalla commissione Asl di riferimento sul territorio che attesti la patologia di cui si soffre e per cui si richiede l’esenzione. 
  • Una copia della patente di guida speciale, nel caso in cui il guidatore sia il disabile stesso
  • nel caso in cui sia il caregiver l’intestatario del veicolo, va presentato un documento in cui in primo luogo si attesta che il disabile è fiscalmente a carico del richiedente. Si può anche presentare in alternativa, una dichiarazione sostitutiva della certificazione dell’atto.