Bonus benzina con legge 104: un imperdibile aiuto a favore degli automobilisti meno fortunati

Non tutti sanno che è possibile presentare richiesta per ottenere il cd. Bonus benzina. Ma ci sono anche altri imperdibili vantaggi.

Gli automobilisti con disabilità hanno la possibilità di fare rifornimento di carburante usufruendo di fantastici sconti.

bonus benzina
InformazioneOggi.it

Ci sono, inoltre, ulteriori agevolazioni a favore dei diversamente abili. Nella maggior parte dei casi, infatti, tali soggetti sono impossibilitati a rifornire il serbatoio della propria vettura in autonomia, senza l’ausilio del personale addetto. Tale servizio, invece, dovrebbe essere accessibile a tutti. Per questo motivo, Eni Station ha promosso un’importantissima iniziativa insieme alla Federazione Associazioni Italiane Paratetraplegici (FAIP), finalizzata a favorire l’inclusione sociale e le pari opportunità.

I disabili che usufruiscono della Legge 104, inoltre, possono accedere al Bonus Benzina. Vediamo, dunque, in cosa consistono queste due misure e quali sono i requisiti per ottenerle.

Potrebbe interessarti anche la seguente misura: “Bonus benzina, fino a 450 euro di rimborso: come ottenere i soldi subito“.

Bonus Benzina e “Self per tutti”: a chi sono rivolte le agevolazioni?

Una nostra gentile Lettrice ha inviato in Redazione tale quesito:

Buongiorno, ho un figlio di 14 anni, disabile con Legge 104. Posso richiedere il Bonus benzina? Come devo fare? Grazie mille.”

Informiamo la Lettrice che, al momento, sono due le agevolazioni alle quali può accedere, grazie alla campagna “Self per tutti”. Innanzitutto, in quanto caregiver, può beneficiare della facoltà di ottenere supporto al Self-service, per il rifornimento di carburante, senza dover rinunciare alle tariffe agevolate per tale servizio. Per rimuovere gli ostacoli alla fruizione di questo diritto, infatti, Eni Station ha aderito al Protocollo tra FAIP e i gestori delle stazioni di distribuzione carburante aderenti all’UNEM (ex Unione Petrolifera).

Basta semplicemente recarsi presso la colonnina recante il logo “Self per tutti” e aspettare l’intervento del personale autorizzato.

Per far fronte al rincaro dei prezzi del carburante, poi, si può sfruttare il cd. Bonus Benzina, riservato ai disabili (e ai soggetti che li assistono). In pratica, si può ottenere un fantastico sconto del 10% sulla benzina e su tutti gli altri carburanti. La misura è stata introdotta nel febbraio 2020 dal Governo Conte ed è tutt’ora in vigore.

L’iniziativa è stata accolta con successo da ben 430 distributori, presso i quali, dunque, i disabili con Legge 104 e i loro caregivers possono richiedere lo sconto di 10 centesimi per ciascun litro di carburante erogato.

Il programma mira a raggiungere due finalità: migliorare l’inclusione dei disabili accertati e incentivare il sostegno alle pari opportunità.

Non perdere il seguente approfondimento: “Carburante (gasolio e benzina) si può risparmiare: elenco dei distributori italiani dove si paga di meno“.

Le condizioni per ottenere lo sconto

La normativa stabilisce un unico requisito per usufruire del fantastico sconto del 10% sul costo del carburante.

Il disabile (o il suo caregiver) deve accedere al portale web dell’Unione petrolifera e consultare l’elenco delle 430 stazioni di servizio che applicano la riduzione prevista su tutte le tipologie di carburante. Dopo aver trovato il distributore più vicino, è sufficiente recarsi presso tale pompa di benzina, comunicare all’operatore di servizio l’intenzione di utilizzare lo sconto e lasciare le proprie generalità.

Un aspetto da non sottovalutare, inoltre, è la possibilità di fruire dell’agevolazione anche al Self- service. Se si considera l’aumento dell’inflazione e l’impatto sui prezzi della benzina, lo sconto del 10% è un vantaggio davvero conveniente. Il beneficio, infatti, si applica a qualsiasi prezzo, anche, appunto, a quelli più elevati.

Se hai dubbi o vuoi porre una domanda di carattere previdenziale, fiscale e legge 104, invia qui il tuo quesito.