Libretti e Buoni fruttiferi postali con un tasso fino al 4,50% 🤑 i preferiti dai risparmiatori italiani

Nel 2021 circa 27 milioni di risparmiatori per un totale di circa 334,8 miliardi di euro scelsero Libretti e Buoni fruttiferi postali.

Nonostante le difficoltĂ  che l’Italia sta affrontando in questo periodo con l’inflazione in crescita e il caro bolletta, Libretti e Buoni fruttiferi postali continuano a essere scelti dagli italiani come strumento di risparmio.

libretti buoni fruttiferi
InformazioneOggi

Ne è consapevole Matteo Del Fante, amministratore delegato di Poste Italiane quando afferma: «II risparmio postale rappresenta la più stabile fonte di finanziamento retail della spesa pubblica». E sono proprio i piccoli risparmiatori che scelgono Libretti e Buoni fruttiferi postali. Le motivazioni possono racchiudersi in tre aggettivi: affidabilità, semplicità, trasparenza.

Libretti e Buoni fruttiferi postali: i preferiti dai risparmiatori italiani

Il Libretto postale nacque nel 1876, oggi è diventato ‘smart’ sfruttando un moderno sistema digitale tramite la app BancoPosta e il sito internet poste.it. Il tasso annuo lordo dei Libretti smart è pari allo 0,001%.

I proprietari possono trasferire somme dal conto corrente BancoPosta a Libretto Smart oppure Ordinario (e viceversa) purchĂ© l’intestatario sia lo stesso. Questo meccanismo è detto “girofondo”. Inoltre, il proprietario di un Libretto Smart può anche ricaricare la propria Carta Postepay e associare un IBAN in moda da ricevere i bonifici direttamente sul libretto stesso.

Come abbiamo visto i tassi non sono molto alti per questo motivo spesso su questo tipo di libretto ci sono delle super offerte come quella lanciata il 21 dicembre 2022: il Supersmart Premium 180 giorni.

Altro strumento di risparmio prediletto da sempre dagli italiani sono i Buoni fruttiferi postali. Emessi da Cassa depositi e prestiti, per questo motivo garantito dallo Stato, il collocamento di questi è responsabilità di Poste Italiane.

Il capitale e gli interessi sono rimborsati completamente alla scadenza naturale dei Buono stesso. Il rimborso può avvenire anche prima della scadenza; in questo caso il capitale sarà garantito totalmente, mentre gli interessi (nel caso spettino e se maturati) dipendono da Buono fruttifero specifico.

I tassi non sono molto alti ma anche i Buoni fruttiferi, così com i Libretti postali, non hanno perso il loro sex appeal. Attualmente con un tasso annuo loro a scadenza pari al 4,50% è il Buono dedicato ai minori ad avere un rendimento più alto.