Pagamenti INPS: il calendario di gennaio 2023 per pensioni, RdC, assegno unico e NASPI

Quando l’INPS erogherà i pagamenti a gennaio 2023 delle pensioni, del reddito di cittadinanza, dell’Assegno Unico e disoccupazione? Ecco i dettagli.

Tali prestazioni si solito sono pagate a partire dal primo di ogni mese. Però se capitano di domenica il pagamento è posticipato al primo giorno bancabile utile.

pagamenti inps
InformazioneOggi

Tenendo in mente questa norma, secondo il calendario 2023, il prossimo mese i beneficiari dei pagamenti INPS dovranno aspettare fino al 2 gennaio, perché il 1° gennaio è una festività (Capodanno) ma anche domenica. Ecco il calendario dei pagamenti.

Pagamenti INPS: ecco il calendario di gennaio 2023

In realtà, i pagamenti delle pensioni subiranno un lieve ritardo. Infatti, non saranno pagate il 2 gennaio ma il 3 gennaio, ovvero il secondo giorno bancabile; in questo modo l’INPS ha modo di aggiornare i sistemi informatici.

In pratica, chi ritira la pensione in contanti dovrà presentarsi presso l’ufficio postale nel giorno associato all’iniziale del proprio cognome:

  • 3 gennaio (martedì): cognomi dalla A alla B;
  • 4 gennaio (mercoledì): cognomi dalla C alla D;
  • 5 gennaio (giovedì): cognomi dalla E alla K;
  • 7 gennaio (sabato mattina): cognomi dalla L alla O;
  • 9 gennaio (lunedì): cognomi dalla P alla R;
  • 10 gennaio (martedì): cognomi dalla S alla Z.

Anche i pensionati che accreditano il pagamento della pensione presso banche o istituti di credito riceveranno il cedolino il 3 gennaio 2023.

I beneficiari di reddito di cittadinanza e di pensione di cittadinanza riceveranno la ricarica direttamente sulla Carta intorno al 27 gennaio. I nuovi percettori, invece, riceveranno la mensilità dovuta il 15 gennaio contemporaneamente alla consegna della carta di pagamento.

Riguardo all’Assegno Unico e Universale per i figli, due le tempistiche per ricevere la mensilità:

  • tra la seconda e la terza settimana di gennaio se i nuclei familiari che lo hanno richiesto a marzo;
  • fine di gennaio per i genitori che lo hanno richiesto a dicembre.

Per entrambi, l’assegno sarà accreditato direttamente sul conto corrente inserito nella domanda dal richiedente.

Pagamento della disoccupazione NASPI o DIS-COLL

L’assegno per la NASPI arriverà a metà gennaio sul conto corrente bancario o postale indicato dal beneficiario. La data esatta, però, dipenderà da quanto è stata presentata la domanda per la disoccupazione.

Infine, anche per la DIS-COLL l’accredito andrà direttamente su un conto corrente indicato dal richiedente di solito verso la metà di gennaio. Però dipende dal beneficiario e dal giorno della consegna della domanda. Per saperlo con certezza, quindi, gli interessati possono consultare il proprio fascicolo previdenziale INPS accedendo con le credenziali SPID, CIE e CNS.