Tredicesima attesa come dono di Natale, ma potrebbe riservare brutte sorprese: il motivo è questo

La tredicesima è una gratifica che alcuni lavoratori ricevono nel mese di dicembre e spetta anche agli insegnanti.

Infatti, come è visibile nel cedolino NoiPA dello stipendio di dicembre pubblicato online, gli insegnanti e il personale ATA hanno ricevuto la tredicesima il 15 dicembre.

tredicesima insegnanti
InformazioneOggi

Ma solo se hanno stipulato un contratto a tempo indeterminato o a tempo determinato. Il personale della scuola lo ha ricevuto circa una settimana prima rispetto agli altri lavoratori che è il 23 dicembre. Però alcuni dipendenti del comparto scuola dovranno attendere ulteriori giorni per riceverlo. ecco il perché.

Tredicesima insegnanti: non a tutti è arrivata ed è attesa come un dono di Natale, ecco il perché

La tredicesima è una mensilità aggiuntiva che alcuni lavoratori dipendenti del settore pubblico e privato ricevono nel mese di dicembre. Per questo motivo è conosciuta anche come gratifica natalizia.

Però, a secondo del contratto di lavoro, non tutti i dipendenti ricevono la tredicesima nel mese di dicembre. Infatti, qualcuno riceverà questo importo aggiuntivo nello stipendio mensile.

Per quanto riguarda gli insegnanti e il personale ATA, la tredicesima è stata già accredita il 15 dicembre. In realtà, i docenti della scuola dell’infanzia (ex materna) e della scuola primaria (ex elementare) hanno ricevuto tale gratifica il giorno precedente: il 14 dicembre.

Nello specifico, è stato accreditato:

  • ai docenti di ruolo con contratto a tempo indeterminato;
  • e ai docenti con contratto a tempo determinato al 30 giugno e al 31 agosto.

Però, forse non tutti lo sanno che i docenti con contratto:

  • a tempo determinato riceveranno la tredicesima in modo frazionato;
  • di supplenza breve riceveranno la tredicesima ogni mese con lo stipendio spettante;
  • a tempo determinato con scadenza al 30 giugno 2023 o al 31 agosto 2023 riceveranno la tredicesima nella busta paga di dicembre in proporzione ai mesi lavorati da settembre.

Gli insegnanti, quindi, nel cedolino NoiPA troveranno l’indicazione “Tredicesima” tra le competenze fisse.

Chi dovrà invece attendere

Invece, gli insegnanti precari che hanno un contratto a tempo determinato annuale nell’anno precedente 2021/2022 ma ancora non sono stati chiamati per qualche supplenza dovranno attendere. Infatti, riceveranno la tredicesima per i mesi lavorati nel 2022 con una emissione speciale entro il 23 dicembre.

Comunque, anche questi docenti possono già controllare l’importo nella propria area riservata della piattaforma NoiPA, cliccando ‘Servizi’, poi ‘Servizi stipendiali e infine, accedendo alla sezione ‘Consultazione pagamenti’.

Ricordiamo che al sito NoiPA si potrà accedere tramite SPID, CNS (Carta nazionale dei servizi) oppure CIE (Carta di identità elettronica).

Quando saranno accreditati gli arretrati?

Il personale scuola, così come tutto il comparto Istruzione e ricerca, sono ancora in attesa degli arretrati spettanti dal rinnovo del contratto.

Nello specifico, per il contratto scuola, in riferimento al periodo compreso tra gennaio 2019 e dicembre 2022, sono attesi gli arretrati che spettano agli insegnanti di ruolo e ai precari a tempo determinato che hanno lavorato durante il suddetto periodo.

Il pagamento degli arretrati dovrebbe avvenire con un’emissione speciale entro il 20 dicembre; in realtà potrebbe subire una proroga è avvenire nel periodo tra Natale e Capodanno.

Comunque sia, anche in questo caso è possibile controllare se il pagamento degli arretrati è avvenuto nella sezione ‘Consultazione pagamenti’ della piattaforma NoiPA.