Scoprire un tradimento? Con WhatsApp si può e non c’è bisogno dell’investigatore privato

Il tradimento parte dal cellulare e finisce allo stesso modo. Tuttavia, ci si può anticipare sui tempi e mettere fine alle bugie.

Essere i soggetti di un tradimento non è di certo una delle esperienze più esaltanti della propria vita. Ma con tanto coraggio e molta astuzia, si può smaschera il proprio partner ed evitare di essere presi in giro.

tradimento
Canva Foto

Qualsiasi relazione è una bolla di cristallo così delicata e sottile che ad ogni minimo dubbio o litigio si creano delle crepe che, col tempo, diventano sempre più spesse. Per quanto possa alla base di ogni relazione, di amore o amicizia che sia, oggi è difficile trovare qualcuno realmente sincero al 100%. Dunque, spesso e volentieri, si inizia una relazione con una persona che in realtà è tutt’altra cosa e di esempi ne sono tantissimi. Che dire di quelle persone che conducono una vita parallela, mettendo su, addirittura, più di una famiglia? Tanti cinepanettoni, tra una risata ed un’altra, ci hanno fatto vedere come questo è possibile.

Ma tornando alla realtà vera e propria, non è poi così strano iniziare ad avere qualche dubbio sulla persona con cui si sta, soprattutto dopo tanti anni trascorsi insieme. I primi campanelli di allarme sono degli atteggiamenti totalmente nuovi, positivi o negativi che siano. Ecco, lì si inizia ad instaurare il dubbio. Poi, magari, le nuove conoscenze possono farci fare due domande. Ma, addirittura, è anche possibile che si ha accanto un traditore seriale che è un grande attore il quale non ci fa dubitare di nulla.

Insomma, in base a come ci si sente, è giusto indagare e WhatsApp può darci una mano. Un’altra grande novità che riguarda WhatsApp è la possibilità di avere una chat con se stessi senza usare mezzi trucchi: ecco, dunque, la nuova opzione. Allontaniamoci dal mondo dell’applicazione verde solo per un istante per parlare di una lampadina capace di farci risparmiare sul caro bollette. Detto questo, torniamo al nostro argomento.

Tradimento sì o no: è giusto prendere di nascosto il cellulare del proprio partner?

Prima di entrare nel vivo della nostra discussione, è doveroso fare una premessa. Come sappiamo, invadere la privacy dell’altro non è mai una cosa buona. Ognuno, infatti, ha il diritto di essere lasciato in pace e, così, lo stesso discorso vale per i cellulari e altri dispositivi.

Dall’altro canto, dobbiamo ammettere, che proprio questi sono i tramiti con cui si può ingannare chi vive con noi. WhatsApp, come abbiamo sempre detto, è una piccola, ma grande realtà che racchiude tutto il nostro mondo. Parliamo di rapporti di lavoro, di amicizia, di famiglia e di nuove conoscenze.

Tuttavia, dobbiamo fare un piccolo sforzo e mettiamoci anche nei panni di chi inizia ad avere dei dubbi e vuole cominciare ad indagare proprio dal cellulare. Questo dispositivo è con noi 24 ore su 24 ed è, ovviamente, anche il luogo in cui il tradimento inizia, continua e finisce. Ed essere all’oscuro di tutto questo non è di certo una cosa bella.

Dunque, la nostra domanda finale è: è davvero giusto condannare una persona che ha il sospetto di essere tradita? E, ci aggiungiamo, anche se ha scoperto o meno, alla fine un tradimento? Questi sono quesiti che fanno molto riflettere.

Come posso capire se il mio partner mi tradisce usando WhatsApp?

Chiudiamo il discorso di sopra dicendo che se il motivo è serio, allora il procedimento che adottiamo è lecito allo stesso modo. Tale discorso non vale per motivi meno gravi e poco importanti.

Allora, il trucco in questione potrebbe evitarci di spendere soldi assumendo un investigatore privato. Tuttavia, se nel cellulare non si trova nulla, ma i sospetti non passano, assumere un professionista potrebbe essere la via giusta. Il trucco in questione inizia con una mossa astuta: aspettare che il proprio partner si distacchi dal cellulare per un momento e impossessarsi del dispositivo.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Fatto questo, bisogna, senza perdere tempo, cercare l’applicazione verde tra quelle presenti. Si clicca su “Impostazioni” e poi su “Utilizzo dati e archivio” e, infine, su “Utilizzo archivio”. Dopo aver compiuto queste semplici mosse, apparirà sul cellulare una schermata nuova piena zeppa di chat con cui il nostro partner scambia messaggi. Insomma, più che altro WhatsApp creerà una lista in base alle conversazioni con cui lo stesso si sente maggiormente. Se emerge che la propria chat è in fondo alla pagina, allora vuol dire che i sospetti non erano poi così infondati.