Carta Acquisti, nuovo importo per i beneficiari: chi scarterà il regalo

La Carta Acquisti si arricchisce di 140 euro per alcuni beneficiari. Scopriamo chi potrà contare su una ricarica più elevata.

Pronti a capire se sarete tra coloro che potranno scartare un inaspettato regalo anticipato di Natale?

Carta Acquisti
InformazioneOggi

Gli aiuti del Governo si rendono necessari a causa delle conseguenze della pandemia prima e della guerra in Ucraina poi. La crisi economica sta gravando pesantemente sulle famiglie italiane e arrivare a fine mese diventa sempre più difficile. Tra bollette, spesa alimentare, mutui, affitti, i cittadini fanno sempre più fatica a stare al passo con i rincari. Da qui la decisione di applicare sconti sulle bollette  – il Bonus sociale – e di erogazione la Carta Acquisti, una carta elettronica dedicata a chi versa in una situazione economicamente svantaggiata. La somma presente sulla card potrà essere utilizzata per pagare l’acquisto di beni alimentari e di prima necessità oppure per far fronte al pagamento di una bolletta. L’importo erogato è di 40 euro al mese con versamento bimestrale di 80 euro. Ora alcuni percettori potranno ricevere 140 euro. Vediamo di chi si tratta.

Carta Acquisti, chi può richiederla

La Carta Acquisti può essere richiesta dagli over 65 oppure dai genitori o tutori di bambini al di sotto dei tre anni di età. I requisiti reddituali da soddisfare sono un reddito inferiore a 7.120,39 euro (che sale a 9.493,86 euro per gli over 70) e l’ISEE non superiore a 7.120,39 euro. Tra le condizioni essere intestatari di una sola utenza elettrica domestica, non possedere più di due veicoli e avere un patrimonio mobiliare inferiore a 15 mila euro. Infine, come ultimo requisito non essere destinatari di vitto assicurato da parte dello Stato o di amministrazioni pubbliche.

Come detto gli 80 euro ogni due mesi potranno essere utilizzati per comprare generi alimentari, pagare le utenze domestiche ma anche per acquistare in farmacia (non con il ticket sanitario) e ottenere sconti nei negozi convenzionati. L’erogazione dell’importo sulla carta avviene entro i primi dieci giorni del mese. I soldi non si possono ritirare in contanti.

Chi riceverà 140 euro

A ricevere 140 euro di ricarica in più saranno i percettori della Carta Acquisti residenti nella regione Friuli Venezia Giulia. L’importo aggiuntivo sarà finanziato dalla Regione stessa e si sommerà agli 80 euro erogati dallo Stato. Per ricevere la somma extra i titolari della card non dovranno presentare alcuna domanda. L’accredito avverrà automaticamente a partire dalla prossima ricarica.

Dovranno presentare richiesta, invece, i percettori che si trasferiscono in Friuli Venezia Giulia. Nello specifico dovranno consegnare alla sede INPS di competenza territoriale il modello di domanda con la variazione dei dati. Dovranno comunicare, al contrario, il trasferimento coloro che si trasferiscono dal Friuli in un’altra regione per non rischiare di dover restituire le somme percepite in eccesso illegittimamente.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Concludiamo sottolineando come l’importo aggiuntivo di 140 euro non spetterà a coloro che hanno nel nucleo familiare un percettore di Reddito di Cittadinanza.