Cambia Instagram e modifica tutto, sconvolgente quello che bisogna fare

Su internet oggi i navigatori sono miliardi e perciò non sono di certo poche le potenziali insidie per l’utente, specie se in minore età. Onde permettere un’esperienza maggiormente connessa con la propria età, Instagram ha lanciato anche in Italia l’iscrizione con verifica dell’identità tramite video.

In moltissimi oggi, giovani e meno giovani, usano i social network per condividere momenti, foto, opinioni, per partecipare a discussioni e per semplice passatempo.

instagram
pixabay

Pensiamo, tra le altre, alla notissima piattaforma Instagram, a cui sono iscritti centinaia di milioni di persone di tutto il mondo. Una grafica accattivante, la possibilità di trovare contenuti di ogni tipo, attinenti alle proprie passioni ed interessi, insieme alla facoltà di allargare la propria rete di conoscenze ed amicizie sono elementi che ne hanno decretato il successo a livello globale. Tanto che per alcuni, gli influencer, stare su Instagram è oggi diventato una sorta di attività lavorativa, con annessi guadagni – talvolta anche molto consistenti.

Di seguito però vogliamo considerare l’argomento social network, ed in particolare Instagram, da un particolare punto di vista: quello della verifica della propria identità. Ebbene sì, sul web non mancano coloro che indicano informazioni non veritiere su di sé o che addirittura si appropriano dell’identità altrui, usandone le foto e spacciandosi per chi non sono. Ecco allora che il popolare social network ha scelto di varare regole un po’ più rigide, e valevoli per chi intende effettuare una nuova iscrizione. Di che si tratta? Ebbene, sarà necessario fare un video selfie per comprovare la propria età e dunque entrare con un nuovo profilo utente all’interno di Instagram. I dettagli.

Instagram lancia la verifica dell’età anche nel nostro paese

La questione è attuale ed attiene alle attività di controllo e sicurezza adottate da Meta sui social network di cui è proprietaria: d’altronde i pericoli del web non mancano, perciò una novità come questa sarà sicuramente ben accetta da coloro che intendono salvaguardare al meglio i dati personali.

Anzi Instagram non ha fatto altro che adeguarsi ad una tendenza già piuttosto diffusa, quella di prevedere foto o video per comprovare che si è realmente la persona del profilo e per acclarare la propria età. Soprattutto nei social oggi una regola molto frequente è quella che prevede restrizioni all’iscrizione in caso di età al di sotto di una soglia minima.

Dunque cosa succederà nelle prossime settimane? Ebbene, a partire proprio da queste ore Meta – la nota società americana che controlla i social Facebook e Instagram e i servizi di messaggistica istantanea WhatsApp e Messenger – applicherà a livello di test anche nel nostro paese le nuove funzionalità per la verifica dell’età. La finalità è quella di poter facilitare l’offerta di esperienze web connesse davvero all’età del singolo utente.

Le precisazioni fornite da Meta in merito alla verifica profilo Instagram

Meta ha precisato che tutti coloro che intenderanno modificare la loro età su Instagram, potranno farlo ma soltanto rispettando un iter ad hoc. In particolare se un utente:

  • vuole modificare la propria data di nascita su Instagram, indicandola al di sotto dei 18 anni oppure uguale o sopra i 18 anni, dovrà verificare la propria età caricando un documento di identità o registrando un video selfie;
  • vuole continuare ad usare i contenuti di Instagram dovrà dunque attenersi alle istruzioni di Meta e di Yoti, un’azienda specializzata nel controllo dell’età online e che dà il suo apporto nel garantire la privacy e la protezione degli utenti.

In verità le notizie degli ultimi giorni non rappresentano una novità assoluta. Infatti è già dal 2019 che Instagram ha cominciato a chiedere alle persone di rendere nota la propria età alla data di iscrizione. Oggi è un vero e proprio obbligo, anche perché l’azienda precisa che per iscriversi validamente ad Instagram occorre avere almeno 13 anni, ma è pur vero che in alcuni Stati vige un’età minima più alta.

Targetizzazione dell’utente in base ai dati indicati

Meta non a caso ha tenuto precisare altresì che agli utenti adolescenti (13-17 anni) intende riservare esperienze in linea con l’età, consentendo l’utilizzo di account privati predefiniti e impedendo di entrare in contatto con adulti sconosciuti. Si tratta evidentemente di misure atte a proteggere la privacy degli utenti e a facilitare contatti e interazioni sicure.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Chiaro che una novità come questa avrà certamente l’utilità di reprimere quei comportamenti mirati ad ingannare Instagram circa il requisito dell’età, ed oggi in una piattaforma così popolata e frequentata come questa, la notizia non potrà che essere ben accolta anche dai genitori degli utenti minorenni.